Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

Quelli che malpensano

Tra le tante persone che non capisco (come sicuramente vi avrò già detto mio fratello sostiene che le cose a cui sono contraria sono ben riassunte nel Devoto – Oli) ci sono quelli che vivono nel sospetto e di conseguenza fottono gli altri in maniera preventiva.
Tipo sabato scorso sono stata a pranzo al ristorante con mia madre. Il ristorante che avevamo scelto era chiuso; il posto che costituiva la nostra seconda scelta era pieno.

Il mondo nuovo, Aldous Huxley

Recentemente ho letto un romanzo che credo dovreste leggere. Si chiama Il mondo nuovo ed è stato scritto nel 1931 da Aldous Huxley. Me l'ha consigliato il mio amico Paolo che ne sa e io non mi spiego come ho potuto sopravvivere 32 anni senza conoscere questo autore. Huxley (1894-1963) è uno scrittore britannico noto (anche) per la sua passione per l'LSD.

Triste

Sono giù. Mi sento la persona sbagliata al momento sbagliato nel luogo sbagliato. Non piango mica per me, sapete. Piango per l’umanità. Mi pare che tipo espio il male del mondo piangendo. Invece vorrei andare e fare. Ma non ci riesco.

Nessun compromesso

In questo periodo, dico proprio le ultime settimane, l'ultimo mese, non è che mi piaccio molto. Una massa, si dice in dialetto romagnolo. Per dire tanto ma in senso ironico, tipo non tanto. "Eh, na masa". Eh, non mi piaccio una massa.

Volevo fare la mamma. Ah no scusa l'influencer.

Ieri navigavo per lavoro e ho trovato un articolo che parlava, a suon di dati, di come la maternità cambi il rapporto con i brand delle donne della generazione dei millennial, quella cioè, dei nati tra i primi anni 80 e i primi anni 2000. La mia generazione, insomma.

A Parigi dev'essere freddo

Svegliarsi di sabato mattina alle 14 perché suona il telefono di casa ripetutamente (e può essere solo tua madre perché quasi nessuno ha il tuo numero), e, come prima cosa, vomitare schiuma amara, non è esattamente edificante. Per questo non bevo quasi mai.

Allarme vaccini: WTF?

Leggo sui giornali nazionali che l’Italia sarebbe a rischio vaccini. A forza di mamme su Facebook che si schierano pro o contro i vaccini, come se parlassero di un qualunque brand, pagante o meno, sembra che alcune malattie anche gravi potrebbero ricominciare, pericolosamente, a diffondersi.
Io ora non voglio parlare di vaccini, non ne ho le competenze. Credo sia presuntuoso e non troppo intelligente curarsi cercando su internet. Le informazioni false sono nocive quanto l’ignoranza.
Vorrei però parlare di fiducia.

Sempre storie, solo storie, tutte storie

Ciao,
ci sono delle volte che sperimento un leggerissimo battito di cuore, così, mentre faccio altro, senza volerlo.
Tipo quando penso a tutte le cose belle che potrebbero accadermi, che la vita è così, tu sei lì che a trentadue anni non sopporti ancora di essere stata abbandonata da tuo padre che è morto senza avvisare, senza chiedere scusa, poi, così, la vita ti regala tre figlie che quando torni alla sera non ti fanno neanche aprire la porta dell'auto per la voglia che hanno di abbracciarti e tu scopri di contare qualcosa, per qualcuno.


E poi tu sei lì che guardi il tramonto dietro a casa pensando che da vecchi non lo guarderete assieme, eppure vi eravate detti che era per sempre, e non puoi sopportarlo da quanto fa male, e domattina certo non ti risveglierai più, poi a un certo punto ti chiama un produttore e ti dice, ma questa storia è perfetta per la tv, e tu dici sticazzi il dolore, in fondo.
Poi così, sei lì che lavori, e fuori piove, e la pioggia ti mette di malumore, pen…

Giacoma Leoparda

Ovvero, come non fare sport non renda una trentenne più in salute Carissimi,
l'autunno è appena iniziato e i mali di stagione pure.
Tipo mi ricordo che nelle quattro settimane di ferie, passate un po' a casa, un po' sul Conero, un po' in Abruzzo, mai, dico mai, ho avuto il minimo fastidio fisico. Ossa asciutte, mai un mal di testa, mai un mal di stomaco, la capacità di, non dico fare escursioni complesse ma almeno camminate.