Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2015

Qui a BucoDelCulo

Questa sera le bambine mi hanno convinta a portarle a sbirciare una partita di calcio, proprio io che mi vantavo che siccome nessuna aveva scelto uno sport di squadra, non avrei mai dovuto sorbirmi noiose ore sugli spalti a fingermi tifosa.
Il campo di calcio è attaccato alla chiesa, e la mistica BucoDelCulo, in occasioni calcistiche, è disposta ad accogliere nel cortile parrocchiale anche le pecorelle smarrite.

Corso per bamboccioni

Io non credo nei bamboccioni.
Che cazzo vuol dire bamboccioni? Io non conosco nessun bamboccione, nessuno.
Le persone che conosco che non lavorano o sono disoccupati quarantenni non più assorbiti dopo le crisi delle fabbriche e non certo ragazzi "choosy" oppure sono persone che scelgono di accontentarsi di un potere d'acquisto più basso in cambio del proprio tempo, e fanno bene. Please, andatevi a rileggere le teorie neoclassiche di economia del lavoro: l’offerta di lavoro (che in economia è costituita dalle famiglie) si basa sull’utilità. Chi invoca il successo e la carriera come metro di misurazione delle persone, nella mia esperienza, ha in genere una grande voglia di sgomitare e un posto come vice-presidente del circolo delle ricamatrici.
Ciò che invece posso confermare è che per la mia generazione, il precariato è una tappa obbligata, un pedaggio d'ingresso nel mondo del lavoro. Sono le imprese ad essere choosy.

Vlog: una cosa divertente che non farò mai più

Fare un vlog non è semplice come sembra.
Da un lato è facilissimo, sia praticamente (basta che accendi la webcam), che, come dire, a livello relazionale. L'avevo già sperimentato sul lavoro: un paio d'anni fa ero a un evento sulle best case social e dovevo presentare un grosso cliente, che raccontava le slide che io avevo preparato. Avevo una gonna un po' wannabe business woman e una maglietta di Bob Dylan, ed ero in totale paranoia alla vista di un centinaio di occhi che aspettavano che dicessi qualcosa di arguto e possibilmente twittabile. Avvampai non appena sentii la mia vocina al microfono. Poi ho provato con i webinar e da un anno e mezzo parlo da sola con una webcam una volta al mese: ogni volta devo chiudere le iscrizioni perché superiamo i cento iscritti, ma non ho paura, è come se fossi sola. Il duro lavoro del marketing.

Come chiedere all'INPS l'autorizzazione ANF

Cari tutti, non so se può interessarvi, ma siccome sono appena passata tra le forche caudine dell’Inps per la domanda di autorizzazione per gli assegni al nucleo familiare, ho pensato di condividere la mia esperienza con qualche screenshot (visto che il sito Inps è usabile solo per chi l’ha sviluppato, probabilmente per qualche modico centinaio di migliaia di euro), non perché possiate svolgere in autonomia l’intera operazione ma perché non dobbiate chiamare il call center 46 volte, ma magari solo 35.

Non voglio scimmiette sulle spalle

Ieri ho fatto una riflessione di cui forse non vi importerà nulla, però ve la dico.
Carolina aveva uno spettacolo di danza, doveva presentarsi in anticipo per le prove in loco. Sono tornata dal lavoro, l’ho portata alla festa dove si teneva lo spettacolo e calcolavo di tornare a casa per un’ora, per mangiare qualcosa e recuperare Camilla, Lucia, mia madre. Se non che ho notato che altre madri restavano lì, senza cena, ad assistere alle prove.

"Tu ti lamenti, ma che ti lamenti"

Chissà che cosa pensano le signore delle pulizie della mia scrivania. La mia scrivania è molto disordinata, e a terra ci sono spesso dei bricioli. Probabilmente anche un sacco di capelli: sono tricotillomane.

Compiti per il weekend solo per chi non va alla comunione

Quando io e il Donatore abbiamo deciso di non battezzare le bambine, avevamo previsto che a un certo punto, verso la prima comunione, avremmo dovuto parlare del perché e del percome. La più assidua sostenitrice della scelta "no tv, no dottrina", sono sempre stata io, le ho sempre volute libere. Però il Donatore, anche se con qualche mugugno, più rivolto alla mancanza di tv che di dottrina, mi ha sempre sostenuta e difesa. Quando le persone  mi chiedevano se non avrei reso per caso le bambine delle disadattate, facevo capire chiaramente che non avevo intenzione di giustificare con loro questa decisione, e ad oggi, nessuno, guardando le mie bambine, ha il coraggio di sostenere che la mancanza di tv e di dottrina le abbia rese delle disadattate. Capite, nessuno mi hai mai chiesto "Come farai a provvedere ai bisogni spirituali delle tue figlie?".

Just do it

La maggior parte delle volte non mi affanno per generare valore per me, o per le bimbe.
La maggior parte delle volte mi affanno per garantire la sopravvivenza, pagare le bollette, fare la spesa, pagare la palestra, pagare, pagare.

Il seggio vacante, J. K. Rowling

Vi dispiace se parlo un po' più di libri? Ultimamente la mia vita è un po' immobile e io stessa sono alquanto passiva, e quando sono passiva leggo, leggo, leggo.
Il seggio vacante mi è stato regalato dalla Michi per il mio compleanno, e io sulle prime ero dubbiosa: esplorare una nuova autrice (cioè, nuova una fava: J. K. Rowling è nuova giusto per me), che non ha vinto neanche un Nobel?