Passa ai contenuti principali

CHI SIAMO

Valentina anche conosciuta sul web come Pollywantsacracker o Polly per semplicità

Io, anarchica ma capofamiglia trentXXXenne.
Nel 2005 un'amica piazzò tra le braccia sua figlia e mi misi a urlare più forte della neonata. Dopo venti giorni ero mamma di due gemelle, dopo un anno è arrivata la mia terza figlia.
Siamo arrivate all'adolescenza senza che io sia (ancora) scappata in Sud America.

Le brulle

Camilla
La primogenita, nata un minuto prima di Lucia. Dolce, silenziosa,  ma maestra di sarcasmo al momento opportuno, non disdegna la pratica quotidiana di lamento e autocommiserazione adagiata sul divano di casa. Fa sogni così grandi che non le sto dietro.

Lucia
La secondogenita, identica alla primogenita. Poliedrica, creativa e appassionata di manga e anime, in famiglia viene affettuosamente chiamata "la sindacalista" per la sua spiccata e simpatica attitudine alla giustizia.

Carolina
Ci tiene a precisare che anche lei viene sempre scambiata per le sue sorelle. Anche se è bionda. Bella, capricciosa e regina delle feste, a causa della sua simpatica strafottenza e del suo stile un po' trasandato, un po' raver la soprannominiamo Jenny from the block.

LaMici
Ci permette di continuare a vivere nella casa che ha occupato (quella per cui pago un mutuo), a patto che non ci avviciniamo troppo a lei, se non per riempirle la ciotola di croccantini, meglio se ripieni al salmone.

Il Donatore di sperma
Il padre delle bambine. Noi si passa dall'amore all'odio più volte nel corso della giornata, anche se non viviamo più assieme da qualche anno.
Se pensate che io sia eccentrica è solo perché non conoscete lui.

Mio fratello
Fa la guida turistica off the beaten path, il professore a un corso professionalizzante che non vanta neanche una ricollocazione e il magazziniere presso una cooperativa. Tra le cose a cui tiene di più: i cd di Carmen Miranda, un bastone da passeggio, l'inginocchiatoio da camera.

"...e mia madre sempre qui, che ripete non lasciarti andare.
E la gente intorno a me come un gufo vuole guardare, ma di strano cosa c'è?"