Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2022

La situa a casa Polly

 È da un po’ che non vi racconto la situa, o meglio: le cose divertenti (che poi, divertenti, diciamo tragicomiche) le scrivo su Facebook, mentre qua vengo a lamentarmi. Scusate. No, dai, non è così vero, non sono troppo votata all’autocommiserazione…o sì? Vi devo dire la verità: se mi lamento, stavolta ne ho ben donde. È tutto fottutamente difficile, e sapete cosa, l’altro giorno ho avuto un insight mentre ero sotto la doccia: mi sono apparse un po’ di persone che ho conosciuto, donne, devastate dalla tristezza per l'infelicità dei figli adulti. Non lo dicono mai: nei film c'è sempre un povero adolescente che ha a che fare con un genitore che lo reprime e lo opprime, io invece mi sto rendendo conto che gli adolescenti hanno un potere personale veramente molto largo, fagocitante, e più sentono il bisogno di misurarne i limiti, più ti travolgono involontariamente, nel bene, ma anche nel male. Ti schiacciano. Mi rendo conto di quanto sia vera la massima secondo cui il compito d

L'era degli sprovveduti egocentrici

Oggi mi sono imbattuta in un post della mia amica Chiara , che citava un saggio (che non conoscevo) di Carlo Cipolla: si chiama Le leggi fondamentali della stupidità umana. Quando ho visto lo schema che posto sotto, ho cercato un video su Youtube che contestualizzasse il ragionamento e mi è sembrato interessante. Vi riassumo la tesi di base. Il comportamento umano si può collocare in un diagramma cartesiano in cui l’asse delle ordinate rappresenta le azioni di un individuo volte alla ricerca del vantaggio altrui, mentre l’asse delle ascisse contiene le azioni volte alla ricerca del vantaggio personale. L’incontro tra due valori forma quattro macro-coppie, che ritroviamo nei quattro quadranti. immagine presa da questo video: https://www.youtube.com/watch?v=t9Oq8XW7hwo Il primo quadrante è quello degli sprovveduti: quelli che agiscono per il bene altrui, a scapito del proprio. Il secondo quadrante, procedendo in senso orario, è quello degli intelligenti, in grado di perseguir