Privacy Policy VOLEVO FARE LA ROCKSTAR: Sono una sfigata

mercoledì 28 gennaio 2015

Sono una sfigata

Mio fratello dice che ultimamente, nella vita, sto perdendo l'aurea da sfigata cronica che mi ha sempre caratterizzato, quella con tre figlie, quella mollata dal compagno, quella con un incisivo inscurito causa schianto contro una porta a vetri, quella che si riconosce dai buchi nelle sopracciglia causa tricotillomania allo stadio avanzato, quella con le scarpe rotte e il maglioncino di H&M, che prega dio di non sudare. Quella con occhiaie atomiche, quella che canta da sola.
Dice che forse sono le mie scelte lessicali, che mi penalizzano. Dice che ho cominciato a usare troppe parole inglese pronunciate in romagnolo che fanno un po' wannabe.

Mi chiedo se non sia colpa del fatto che non posso, a trentadue anni, non darmi un minimo di contegno. Visto che lavoro e sto anche sul web, un po' per lavoro un po' per cazzi miei.
No vabbè, mentre scrivevo lavoro la mia collega m'ha scritto una mail, in risposta alla promo di un mio webinar, dicendo che vabbè ho utilizzato una selfie sfuocata col rossetto arancione e una maglietta a cuori.

Dicevo, no, mi prendo sul serio.
A parte che oggi raccontavo alle mie amiche di genitori crescono di quella volta, che chiacchierando di blogger e twistar con una collega di Milano, mi lasciai uscire che ce n'è una che trovo assai urticante e sorpresa, era una sua grande amica.
Poi ieri ho scritto un articolo che faceva schifo, l'ho riscritto e faceva schifo di nuovo.
Poi non so fare i titoli, o le headlines, non so fare. Quando arrivano e mi dicono "ho un lavoro da copywriter per te", impallidisco e sogno di tornare a fare la cameriera a seimila lire l'ora.
Poi ho una casa che sa di cacca di gatto, e i pigiami li tengo in cabina armadio quindi se dormo fuori so di chiuso e di muschio ("Sai di malto di avena ma lontano").
Ho un pc che è una merda, un telefono che è una merda, una stampante senza inchiostro e un tablet di due mesi di vita con il display completamente crepato. Ho la macchina con le gomme sgonfie dal 92.
Ieri ho partecipato al sit-in della scuola che è stato un semi-fallimento, e ricordate no? mi ero offerta di chiamare un giornalista, e chi ho chiamato? Questo. Che ormai mi chiamerà la donna-pacco.
Ho fatto la sborona a dettare a Carolina i risultati delle operazioni in colonna, e le ho sbagliate.
L'altra sera ho cercato il tutorial della canzone del sole per chitarra, e ragazzi, il tutorial era stato realizzato da un bambino di undici anni eppure io non ce l'ho fatta.


Così, volevo dirlo a qualcuno.

19 commenti:

  1. Ma che sfigata! Già solo per aver cresciute tre figlie di cui due in contemporanea, hai tutta la mia stima (io ho due gemelle e sto morendo ogni giorno di più). Poi il lavoro, la casa, il fatto di far tutto quanto da sola... minchia, vorrei essere sfigata come te!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, che morendo, poi crescono, vai serena.

      Elimina
  2. Se tu sei sfigata sei sicuramente la capa di tutte. Ad essere come te!

    RispondiElimina
  3. sfigata direi di no... chi ci prova, almeno, non è mai sfigato. non dipende tutto da come gira, ma ogni tanto aiuta.
    a parma si dice tolasudolsa (prendila dolce-mente, in leggerezza)
    MammaLara
    (e comunque facciamo anche senza un minimo di contegno, tanto abbiamo già... tante altre cose!)

    RispondiElimina
  4. e' che in questi giorni ti va di vedere le cose da questo lato. ci sta, ogni tanto, fomentare un po' di sana autocommiserazione. Ma tra qualche giorno ci sara' la ripresa e per un effetto trampolino, le stesse cose le vedrai sotto un'affascinante luce eroico-vintage.

    RispondiElimina
  5. "ho la macchina con le gomme sgonfie dal 92"
    'sta frase da sola vale tutto il post.

    Ti strappavi le sopracciglia? ma come cazzo ti è venuto in mente? Coi capelli era troppo easy?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me le strappo ancora. Riesco a controllarmi solo per motivi estetici.

      Elimina
    2. Lo faceva di brutto anche Ivan Lendl, A fine carriera non ne aveva più. Credo abbia smesso di giocare per quello.

      Elimina
  6. Fa un po' Piccole sfigate crescono. Empatizzo amica. Anche io sono una sfigata che dire cronica è poco. Ma infrociamo le dita che a volte funziona. Tipo: esco a fumare in terrazza inca**ata nera con tanti moccoli quanti ne può contenere il cuore di una giovane donna e una stella cadente che mioddio taglia in due il cielo. Una stella lentissima con una coda arancione da paura. Io a bocca spalancata che con sto freddo di sicuro m'è venuto un coccolone penso il Desiderio. Vista la stella m'è passata l'incazzatura ma sfigata sono rimasta.

    RispondiElimina
  7. Lo so ho scritto una cosa che non si capisce una sega ma vabbè.

    RispondiElimina
  8. Bhe se l'hai fatto per sentirti dire che sei una in gamba mi unisco al primo commento perchè lo penso anch'io. E' da quando ti ho scoperta che lo penso: eccone una che fa tre figli, non solo li fa prima dei 30, non solo continua a lavorare (ok la punteggiatura forse è da rivedere) e ciò nonostante ha un blog che non trasuda di "come sono figa io che ho fatto 3 figli (menzione speciale maggior numero di figli in 3 anni) prima dei 30 e ciò nonostante continuo a lavorare e poi faccio il blog eccetera..."
    Perciò continua a proclamarti sfigata che va bene.
    Però se ho capito bene il post inizia dicendo che non sei più sfigata, a detta di tuo fratello e il resto del post cerca di convincere il fratello che nonostante le apparenze sei ancora un po' sfigata anche se, detto tra noi, la sfigaggine di non riuscire a suonare la chitarra o di un sit in poco riuscito non è lontanamente paragonabile a quelle citate ad inizio post...
    E comunque goditelo questo momento perchè tra non molto ti fidanzerai con un tizio separato e con due figli e allora sì che saranno cazzi!
    Ciao ciao
    Marianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, cos'è sta sfiga che porti :)
      No, a parte gli scherzi, tutti i miei post vengono scritti in 20 minuti circa, dunque non c'è una tecnica di copywriting precisa volta a dimostrare qualcosa o il suo contrario. Quando l'ho scritto ti assicuro che per il sit-in, i titoli e l'articolo brutto mi sentivo una sfigata atomica, non le vivevo come quisquilie.

      Elimina
  9. come rivedo le mie giornate!!Solo che io sono ancor Piu' pessima che di figlia ne ho una sola!!!

    RispondiElimina
  10. ma quanto mi piacerebbe vederne tante, di sfigate come te!
    ...mi viene in mente quando Giulia doveva fare per la prima volta, di compito, le divisioni con due cifre.......di nascosto ho telefonato a mamma,maestra elementare di quelle " di una volta" per farmele spiegare....e per sentirmi dire " ma sei scema o lo fai?" .Ma io proprio non me le ricordavo!
    Ma che sfigata! Sei talmente BELLA da fare paura. Una paura bella, è chiaro. Emanuela
    PS....io i gemelli li ho avuti alla seconda gravidanza.....

    RispondiElimina
  11. Fantastico! L'incisivo nero ce l'ho anche io! Per non parlare di macchina-cesso pc che è un covo di virus autorigenerantisi, incapacità grafica etc etc etc. Solo che a differenza di te non ho uno straccio di lavoro. A parte quello che sto facendo attualmente per raggranellare qualche miseria di rompere il cazzo alla gente per strada sperando nelle provvigioni in condizioni meteo da ibernarsi. ma va be'. Non sono queste cose che fanno la sostanza di una persona. ma che te lo dico a fare, lo saprai meglio di me.

    RispondiElimina
  12. Te l'ho sempre detto che per me sei icona di stile, sfigata o meno.
    Ciao Polly cara :)

    RispondiElimina

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.