Privacy Policy VOLEVO FARE LA ROCKSTAR: Del perché non ho ancora imparato a suonare

sabato 3 gennaio 2015

Del perché non ho ancora imparato a suonare

Il modo in cui non sto imparando a suonare la chitarra ha del vergognoso. Tutto rema contro, soprattutto la sottile evidenza che non dispongo di quella commodity che si chiama "tempo libero".
Inoltre non mi sono applicata per uno stracazzo all'apprendimento. Ho iniziato con alcuni video - tutorial su youtube, e vi dirò che era divertente, peccato che la prima lezione fosse sul barré, dunque suppongo che ci fossero qualcosa come centoquarantatré lezioni antecedenti, non pervenute.

Then, ho chiesto a un mio amico se mi insegnava qualche cosina di fronte a una pizza e a una birra, e lui ha accettato, e in più quando suonava o mi spiegava le cose diventava luminoso. Solo che poi mi vergognavo a scroccare la lezione, e calcolando che siamo partiti proprio dalle basi basi e in più non ho mai fatto i compiti, sono nuovamente al punto di partenza: non lo vedo credo da due mesi e mi sono completamente dimenticata che straminchia è un accordo.
Nel frattempo, ho scoperto che quando incontri uno che suona la chitarra e gli dici che anche tu ne hai una, vinci subito millemila punti, chiunque lui sia. Non devi mai dire che canti di merda e che riesci minimamente a ballare solo se ci sono delle percussioni, o in alternativa se hai bevuto molto.
Appunto con l'unico scopo di rimorchiare un fricchettone a caso, per le vacanze mi sono predisposta a dedicare tempo alla ricerca di un nuovo youtuber più for dummies di quello del barré, e soprattutto che non avesse l'attaccatura dei capelli nella sommità del cranio, quando ho aperto solennemente la custodia impolverata e ho ritrovato la mia chitarra non solo sfregiata (ad opera del Donatore l'ultima volta che abbiamo litigato: gli ho completamente tolto la parola per due mesi), ma anche con una corda rotta. Mi è venuto in mente di tutte le volte che ho detto alle bambine "Certo che potete suonarla", e quando ho chiesto, con tutta la tesa cortesia di cui sono capace, chi fosse stata a suonare con tanto ardore, tanto per cambiare le risposte sono state tre "Io no", e attualmente il gatto sarebbe il principale indiziato se non fosse che per aprire la custodia è quantomeno utile il pollice opponibile. Mi è stato fatto notare che in realtà anche l'unghia retrattile potrebbe aprire una cerniera, vista la conformazione di quest'ultima.

E' tuttavia imbarazzante non aver ancora preso in mano la chitarra e aver già rotto una corda, dunque ho architettato questo piano: non sottoporre le bambine a torture come l'obbligo di consumare settimanalmente il carpaccio di barbabietola, a patto che, al negozio di strumenti musicali, facessero loro, la parte delle chitarriste inesperte.
In cinque (io, le bimbe e mio fratello) abbiamo dunque organizzato una spedizione al negozio storico di strumenti musicali, alla ricerca della corda e già che c'eravamo anche un plettro (giuro su dio che finora avevo "suonato" con una moneta da un centesimo*, perché mi sentivo più proletaria). Col plettro è stato facile: tra morbido, medio e duro, abbiamo scelto quello giallo. Colla corda abbiamo avuto qualche problema in più perché non sapevamo a che nota corrispondesse quella spezzata: non ricordavamo più se era la quarta partendo dall'alto o la seconda partendo dal basso o viceversa, ma poi, provocando un grande sdegno, abbiamo risolto: trattavasi chiaramente di un RE (wtf?), "Sa, la bambina ha appena cominciato a suonare".
Stavo per chiedere istruzioni dettagliate su come andava issata, che io coi lavori manuali sono una schifezza vera, quando squilla il telefono di mio fratello che notoriamente è una persona antipatica.
Era il caro Vincenzo.
"Carissimo", ha esordito il cialtrone, che si trovava al banco con noi, "sono con mia sorella a comprare una corda di chitarra che lei finge essere della bambina: dovresti esserci, è ridicola".
L'arcigna commessa mi ha rivolto uno sguardo di disprezzo e io ho pagato in fretta e furia, ma come ben saprete, quando mediti di fare qualcosa velocemente, defilandoti il prima possibile, o hai lasciato le figlie chiuse in macchina, e sai che le ritroverai a picchiare sul vetro, sbavanti, dopo aver morsicato il sedile e fatto scattare l'allarme, oppure puoi scordartelo, e così è stato. Ne ho raccolte due dal reparto cd di Katy Perry e ho persuaso la terza a non fare ulteriori domande a una tizia che stava accordando una chitarra e ho lentamente guadagnato l'uscita guidando il branco.
Non ho ancora avuto il coraggio di sostituire la corda.
Ce la farò entro il 2015 o devo abbandonare il sogno di conquistare un fricchettone intonando "Balla Linda"?

*Suonavo con la moneta pensando a questa canzone: Pie in The sky interpretata da Ani di Franco e Utah Phillips, che adoro:
Long-haired preachers come out every night 
To tell you what's wrong and what's right 
But when asked how about something to eat 
They will answer in voices so sweet: 
You will eat, bye and bye 
In that glorious land above the sky 
Work and pray, live on hay 
You'll get pie in the sky when you die. 
That's a lie 
And the starvation army they play 
They sing and they clap and they pray 
'Till they get all your coin on the drum...

9 commenti:

  1. Mi fai morire!!! :D

    Maira

    RispondiElimina
  2. Dai, non è impossibile, guarda come sono annodate le altre intorno al ponte in basso, e prova. Poi, ovviamente, c'è l'aspetto dell'accordatura, che finché non ha imparato a stare li dov'è si scorda di continuo, e bisogna rimetterla a posto. Fossimo più vicine ti aiuterei volentieri. ;-) io rimettevo le corde a tutte le chitarre di principianti che mi circondavano, ho persino insegnato a suonare ad una ragazza e ad uno dei miei animati. Contando che so di non essere brava a suonare è un risultato notevole.
    Baci

    RispondiElimina
  3. ottimo proposito per l'anno nuovo.
    con la moneta però fa proprio "sdleng", vedrai che col plettro giallo sarà un bel suono splendente.

    RispondiElimina
  4. Avrei voluto essere la commessa per guardare la scena e...(ammetto) sorridere! ;)

    RispondiElimina
  5. Io muoio ahahahaha!
    Ho fiducia, però. Puoi farcela!

    RispondiElimina
  6. accordo: intesa piu' o meno tacita patto convenzione. ESEMPIO: e' notorio che se fai viaggi in autostop, una custodia impolverata a tracolla aiuta a rimediare passaggi. c'è gente che si ferma e ti chiede se vuoi salire solo a vedere zaino e custodia. un mio amico geniale è partito per un viaggio in turchia portandosi solo la custodia, senza la chitarra. dentro ha messo i vestiti. mi ha detto che gli ha funzionato alla grande. insomma, se sposi l'immagine viaggi sicuro. CVD: questo e' un accordo tacito. ps quello che fa la gente quando ha bevuto molto è barcollare.

    RispondiElimina

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.