Passa ai contenuti principali

Sfangamento della beauty routine per sticazzist*

Cary tutti,
a meno che non crediate davvero di essere la vostra rappresentazione su Instagram con il filtro bellezza, se avete superato i trenta anche voi vi starete confrontando con la pelle che invecchia, i capelli che imbiancano, la panza che incombe.
Non so voi, ma io piuttosto che pensare alla mia beauty routine mi darei una coltellata sui coglioni e la tentazione di struccarmi sul cuscino e la mattina dopo passare il correttore sul mascara sbavato, come facevo quando a diciotto anni andavo in discoteca il venerdì sera e a scuola il sabato mattina, è sempre forte.


Pertanto mi devo inventare dei trucchetti per convincermi a passare cinque minuti di fronte allo specchio invece che lanciarmi a letto alle 20.30 con la dolce compagnia dei bricioli di Pan di Stelle e un libro
Ecco i miei trucchi di beauty routine per gente a cui non frega un cazzo della beauty routine, se ne avete altri non esitate a farmeli sapere.
  1. Attrezzatura minima 
  2. Se proprio questo ennesimo dovere vi pare una tortura, come a me, potete raggiungere un compromesso con voi stess* e pensare a una tortura minima sindacale ma necessaria e cercare di renderla il meno gravosa possibile con un’attrezzatura che faciliti le operazioni. Qual è la beauty routine minima sindacale leggetelo in un blog beauty, io sinceramente non lo so. Personalmente mi degno di struccarmi e di passarmi il filo interdentale. Ora, il filo interdentale è una grande rottura di cazzo eppure anche le gengive invecchiano, e vi devo dire la verità, il filo interdentale migliora visibilmente la situa. Un trucco che rende più facile l'operazione è l’utilizzo delle forcelline (si chiamano flossers, le trovate - non sempre - al supermercato, oppure online). Esistono sia in versione riutilizzabile che in versione usa e getta. Per quanto riguarda la pulizia minima del viso, i trucchi no-sbatti possono essere: detergente viso direttamente in doccia o salviette struccanti. Io uso le salviettine lavabili e poi passo una crema contorno occhi perché ho delle orrende occhiaie croniche. Mi sembra non conti un tubo però forse ho solo sbagliato crema. Voi ne usate una? Al mattino a volte faccio colazione con la cosiddetta “maschera di ghiaccio” che devo dire è un bel sollievo per occhi perennemente stanchi. NB: il costo di tutta questa attrezzatura è di pochi euro.
  3.  Podcast e musica
    Sapete i bambini piccoli, di quando ci si inventa i trucchetti per far loro mangiare la verdura? Ecco, visto che avete imparato la sottile arte dell’inganno, applicatela a voi stess*. In quei cinque minuti di tortura chiamata anche beauty routine si può ascoltare musica o un podcast. Ultimamente io ascolto dei podcast sulla filosofia, Filosofar so good o Daily Cogito di Rick Du Fer. Su Spotify c'è anche il podcast dei Minimalists (in inglese) che amo molto. Ci sono anche fantastici audiolibri su Radio Tre. Tutto ciò è ovviamente gratis. Ultimamente ascolto pochissima musica, forse perché ho il cervello perennemente attivo e non riesco a lasciare andare i pensieri, però ho un po' scoperto Marrakesh, che è uscito con un album rap ma adulto che si chiama Persona, e devo dire che mi sono abbastanza intrippata.
  4. Parrucchiere simpa
    Non ho pensato di perdere tempo con i miei capelli per un solo secondo della mia vita, ma purtroppo si invecchiano anche quelli. Mi verrebbe spontaneo dare la colpa all’acqua molto calcarea di Rimini, ma resta il fatto che le gemelle brulle, con i capelli identici ai miei, li hanno belli e folti e io meno, inoltre ho qualche vago capello bianco che me le fa girare. Io risolvo con una parrucchiera + parrucchiere simpa, che mi fa piacere vedere una volta ogni tanto e che non mi fanno pesare la tortura di stare di fronte allo specchio coi capelli stravolti per un'ora. Il vantaggio dei miei parrucchieri è anche che li contatto su Messenger, invece che per telefono. A noi asociali il telefono ci manda fuori di testa, devo auto -fregarmi anche per fare una telefonata.
  5. Solo in caso di teens in casa: nascondete i trucchi indispensabiliChiunque ha figlie teenager lo sa: nel 2019 il makeup è un must. E non solo le ragazze dedicano tanta attenzione all'aspetto fisico: anche i ragazzi devono mantenere un certo standard addominale, Instagram è davvero pervasivo. Ma tipo che ci si trucca anche per stare a casa: la privacy non esiste più, le video call sono sempre incombenti. Insomma, voi madri credo che, come me, vedrete sparire quotidianamente l'attrezzatura minima di cui sopra. Non so perché, in casa mia, l'oggetto introvabile è il tagliaunghie. Per quanti ne posso comprare non ci saranno mai. Il mascara fa la stesso fine, il copriocchiaie meno perché usano sofisticati illuminanti. Insomma, se volete avere un aspetto decente la prima cosa da fare è indubbiamente nascondere i trucchi.
E ora mi chiedo: perché nel 2019 tutti scriviamo e tutti diamo consigli su cose che non conosciamo tipo io la beauty routine?

Commenti

  1. Post ironico e divertente, io ho due maschi e i trucchi li salvo, ma mi fregano tutti i tagliaunghie e i rasoi.....
    Abbraccio
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, i rasoi, altro oggetto introvabile. Il mio silkepil era durato 15 anni e poi sono arrivate loro.

      Elimina
  2. Mattina: mi lavo la faccia col sapone e metto una crema idratante.
    Sera: vado a letto.
    Se non mi guardo allo specchio le rughe non le vedo.
    Fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "La sera vado a letto": la mia beauty routine preferita.

      Elimina
  3. bello... lo stavo leggendo qui in ufficio mentre mi toglievo le caccole del sonno dagli angoli degli occhi :\

    RispondiElimina
  4. Se esiste un club con beauty routine sticazzisti mi iscrivo direttamente:D La mia beauty routine è data dal tempo che mi ci vuole per alzarmi lavarmi e al massimo mascara oppure via naturale con le occhiaie che la fanno da padrone...serate fuori stesso discorso solo un pò di tempo in più quindi oltre al mascara anche l'eyliner o l'ombretto:P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho fatto in tempo a scoprire il caro vecchio fard che le bimbe mi hanno sgridata dicendo che adesso si chiama contouring.

      Elimina
  5. così' io mi sono truccata stamattina ascoltando CRUDELIA e ho imprecato mentre cercavo di usare il piegaciglia che la mia cara figliuola mi ha obbligato a comprare che non puoi non avere il piegaciglia mamma.
    il piegaciglia e altre due/tre minchiate che nascondo con astuzia che l'ultima volta erano in 4 e le ho trovate truccate manco fossero joker.

    RispondiElimina
  6. Io mi trucco per decenza, se non mi mettessi il correttore sotto gli occhi e sopra le palpebre mi scambierebbero per una tossica o chiamerebbero la neuro... Ho due occhiaie che sembrano due solchi d'aratro e le palpebre violacee (tre figli piccoli).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, se ne hai tre anche tu non ti garantisco che con la crescita le occhiaie miglioreranno.

      Elimina
  7. Eh buh, io non mi trucco affatto da quando avevo 20 anni credo. Intendiamoci: è sonno cronico e pigrizia, preferisco stare a nanna quei 10 minuti in più che sistemarmi la faccia.
    Mi metto solo un po' di crema se è quando me ne ricordo, ma sospetto (leggasi so che dovrei) far di più e meglio.
    Però una cosa la devo dire per forza, mi perdonerai. I taglia unghie sono IL MALE! Danneggiano l'unghia e inducono sfaldamento indebolendola. Lima - possibilmente di vetro - a grana fine è la risposta!
    Fine del momento Beauty, non so altro :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il tagliaunghie non è il massimo ma anche la lima sembra sfaldare le unghie...la lima in vetro invece non so cos'è ma sono curiosa :)

      Elimina
  8. Beate voi che usate ancora gli specchi

    :-(

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.