Passa ai contenuti principali

Cucinare avanzi: la zuppa

Non sono un genio della cucina, però negli anni ho sviluppato un mio stile che tiene tantissimo conto nell'immoralità dello spreco alimentare e della mia predisposizione verso i sapori speziati e fusion.
Dunque oggi vi propongo qualche variazione sul tema di un ricetta che sanno fare tipo tutti, ma che non fa parte del regime alimentare di tutte le famiglie (o per lo meno, non è certo la regina della cucina romagnola): la vituperata zuppa.
Credo che certi sapori della cucina "povera" dei nostri nonni si stiano riscoprendo...uhm...fa pensare...perché siamo tornati poveri, già, dev'essere per questo.


Qualunque verdura abbiate in frigorifero, se sta cominciando ad avvicinarsi pericolosamente l'ora X del deperimento, potete trasformarla in zuppa. Per quanto mi riguarda il deperimento di un cibo è in genere determinato da un cattivo odore o sapore e non da un peggioramento nell'aspetto: in ogni caso, non essendo una persona così bene organizzata da fare una sola spesa settimanale, ma spese piccole e frequenti ogni volta che mi si fa notare che due crostini non costituiscono una cena (tendo ad essere parca, ma mia madre vigila su di noi), dicevo, siccome faccio spesso la spesa, è difficile che ritrovo presumibili verdure vecchie di mesi e irrimediabilmente deformate sotto coltri di acquisti successivi.
Tuttavia la zuppa risolve anche altri problemi che mi sono più familiari di quello della verdura moribonda in frigo: quello della mancanza di voglia di cucinare e quello della poca fantasia.

Un altro modo per salvare la verdura è cacciarla in forno con un po' di sale e semmai un po' aglio e rosmarino, e spararsi il tutto con la piadina, e, semmai, il formaggio. Va bene per pomodori, patate, zucchine, melanzane.

I minestroni misti invece vanno bene con quasi tutte le verdure, se poi li passi puoi metterci dentro anche i gatti morti (sto scherzando, questo lo fa già la mensa scolastica).

A me però piacciono di più le zuppe monoverdure.
La ricetta è semplicissima:

soffritto + verdura a pezzetti da coprire con acqua + eventualmente frullare il tutto


foto presa da morguefile, credit: Milza. What?


Il soffritto si fa con quello che c'è o con quello che sta meglio con la verdura principale.
Vanno bene:
porro (specie con le patate)
aglio (nel caso di zuppe di legumi, tipo quella di ceci, ma si usa anche nella zuppa di cipolla)
scalogno o cipolla
verdure di vario genere da tagliare piccoline con la mezzaluna (tipo sedano e carota).

(Mi risulta che i maschi domestici siano dei grandi compratori di elettrodomestici, quindi forse alla parola mezzaluna vi sarete fatti due risate, però vi faccio notare che la mezzaluna è molto più da fricchettoni del Bimby, che non so a che diamine serva ma visto che ne sono tutti entusiasti, suppongo che appunto serva a qualcosa.)

La zuppa "mono-verdura" si fa con quello che c'è, in alcuni casi potete aggiungere un paio di patate alla verdura principale. 
Vanno bene:
patate anche da sole (con un casino di porri, e verso la fine della cottura, mezza scatoletta di panna da cucina, anche di soia, per rendere il tutto più vellutato)
zucca
spinaci o erbe
finocchio
carote
cavolo viola
cipolle
ceci
fagioli (in questo caso io aggiungo un po' di passata di pomodoro)
lenticchie
...
Potete anche cuocere a parte riso o riso basmati da aggiungere alla zuppa. 
Se una zuppa vi piace più di altre, potete raffinare la vostra tecnica.

Un esempio di zuppa di verdura che mi piace da morire è la zuppa di curry.
Faccio soffriggere nell'olio di oliva un soffritto di sedano, cipolla, carota e finocchio, aggiungo patate tagliate a pezzettoni, copro con l'acqua, a fine cottura salo e aggiungo un cucchiaio di curry, senza frullare.

In questo modo cucinate una cena gustosa e semplicissima per tutta la famiglia spendendo pochi euro. Ed è buona anche il giorno dopo, se pranzate in ufficio. A patto che non la rovesciate prima sul tappetino dell'auto, come faccio spesso io.
Dai che a fine mese ci arriviamo, alla faccia loro.

Commenti

  1. Al posto della panna prova un cucchiaino di mascarpone. Spacca!

    RispondiElimina
  2. Per me la zuppa è come la pasta burro e parmigiano di mia madre. La faceva quando non aveva voglia, quando era tardi, quando... a pensarci bene quasi mai che lei era ed è superorganizzata.
    Io in piu' ai nani lascio il pane secco o tostato, proprio come faceva mio nonno! :D Torniamo indietro e viviamo poveri ma con stile, eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nostra cena veloce era una bistecca o_O

      Elimina
  3. anche da noi zuppe e vellutate monoverdura come se non ci fosse un(o stipendio) domani! la base di solito è porro e patata, a cui si aggiungono cavolo viola, piselli, ceci, lenticchie... e un goccino di latte al posto della tua panna. mia nonna, quando faceva freddo freddo mi faceva la minestra di riso e erbette (coste, spinaci... quel che c'è) facendo bollire il riso in metà acqua e metà latte e aggiungendo gli spinaci tagliuzzati, poi un pezzettino di burro direttamente nel piatto. sì, anche stavolta si arriva a fine mese!
    MammaLara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa pazzesca è che io a fine mese ci arrivrrei benissimo se non ci fossero un mucchio di ladri sul mio cammino. Ieri mi hanno chiamato da hera sostenendo che si sono accorti che 6 anni fa non ho pagato una bolletta del gas...ma ti pare che non me l'avrebbero staccato? Che merde!

      Elimina
    2. ...senza parole... 6 anni fa. toh, guarda, ho appena ripulito l'archivio. mi ripeto sempre come un mantra che se succedesse a me (anzi, quando mi succederà, perché prima o poi...) mi rovineranno, sono troppo disordinata e distratta... non so cosa dire!
      MammaLara

      Elimina
    3. Polly, controlla perchè il pagamento delle bollette dovrebbe prescriversi in 5 anni, come ogni pagamento periodico (art. 2948 c.c.)!...spero di non arrivare tardi...
      ciao elisabetta

      Elimina
  4. Mi hanno appena regalato il bimby... E ancora non me ne capacito. Mai usato. Mai voluto. Mai trovato lo spazio in cucina. Cmq: viva le zuppe e le vellutate. Ma con la panna non le avevo mai provate e con questo montarozzo di panza post partum (molto post visto che è passato un anno) penso che non la metterò tra gli ingredienti. Latte di soia al suo posto? Tu l'hai mai provato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se scopri a che serve il bimby diccelo ;)

      Elimina
    2. Ehi, se vuoi liberarti spazio a me il Bimby farebbe proprio comodo *_*
      (scherzo ma neanche troppo :P)

      Elimina
  5. con il pane raffermo faccio dei crostini che faccio tostare in forno, o al naturale o passandoli prima in un trito di erbe aromatiche secche: nelle zuppe sono buonissimi e ancora più buona ( ma veramente super) è la crosta del parmigiano, ben lavata, messa a sobbollire.
    ....sono la maga della cucina da riciclo, la adoro! Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacciono molto i crostini ma non bagnati nella zuppa :)

      Elimina
  6. Ueila, Pollymastercheffa <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va', è cucina resistente questa :)

      Elimina
  7. Confermo tutto! Io nei momenti di pigrizia però salto la parte del soffritto e metto direttamente le verdure in pentola, quando sono cotte frullo tutto fino a farne diventare una crema e aggiungo un po' di prezzemolo. Et voilà, basta inventarsi un nome altisonante tipo Crema di Porri con Profumo di Cavolo (indicare una varietà sconosciuta) e la zuppa è pronta anche a far bella figura in ufficio visto che i miei colleghi non sanno distinguere una carota da un ravanello ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece i miei tutti bio :)
      No, dai, non tutti.

      Elimina
  8. Io cerco di fare una lista il sabato mattina di cosa vorrei mangiare durante la settimana. uso moltissimo giallo zafferano e altri libri di cucina che ho. e cerco solo ricette che si fanno in 15-20 minuti. per il pranzo, che ci portiamo da casa, diventa facile (purtroppo ripetitivo ma hey-oh): preparo una pizza grande la domenica (farcita con prosciutto-mozzarella-olive) che poi ci mangiamo lunedi e martedi. Mercoledi e giovedi lasagne (che preparo e congelo, ma so che tu non hai il congelatore). delle lasagne vario il ripieno. invece la sera cerco di fare una ricetta nuova almeno una volta alle settimana. pezzi forte sono polpettine di ricotta e tonno (il tonno in scatola) ci metti 5 minuti a farle e 5 a cuocerle (giusto per fare venire la croticina). penso anche che costino molto poco, qua la ricotta costa tanto ma in Italia mi sa che non e' cosi'. allo stesso modo polpette di melanzane: grglio le melanzane e poi le mescolo con il pangrattato e sempre polpette. mangiamo molto pesce, anelli di seppia per esempio, con pomodirini e un po' di pancetta. anche qua ci vogliono 5 minuti. e cose cosi' insomma.... tanti baci. Mo'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara! Però ti confesso che ho tentato di fare polpette ricotta e spinaci ed erano abbastanza molli, forse ci dovevo mettere un po' di ovino...è che volevo fare la cena vegana :)

      Elimina
    2. si? a me vengono dure che se non bevo mi strozzo.... ti dico come faccio: uso il tonno che qua e' in "brine" (acqua?) che pero' "strizzo". la ricotta pure, la metto sopra un colino cosi' perde aqua. poi uso i cracker (qua il pangrattato non si trova) fatti a pezzi con il minimixer. cosi' a me non vengono molliccie per nulla =) uova non ne uso negli impasti perche' le uso per farci cena una volta alla settimana e non vorrei mangiarne troppe. Mo'

      Elimina
  9. Il Bimby è utilissimo anche x le zuppe. Concordo sul fatto che aiutini a ripulire il frigo e ad arrivare a fine mese. Peccato che, però, le mie truppe gradiscano poco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le mie fanno finta di amare la mia cucina, ma credo che è perché amano molto me XD

      Elimina
  10. Negli ultimi due gg mi sono sfondata di zuppa di cipolla per farmi tornare la voce ed è una delizia!!!

    RispondiElimina
  11. IO ADORO LE ZUPPE!!! Sono il mio piatto preferito <3!!! Mi piace il tuo stile anche quando parli di cucina!

    RispondiElimina
  12. mio padre era il cuoco della domenica quando vivevo dai miei. appassionato di cucina, spesso preparava una zuppa di cipolle vellutatissima e delicata. Nonostante le mille volte che me la son fatta spiegare 'x filo e x segno', la sua è imparagonabile.
    c'è gente che fa da mangiare, altra che cucina.
    Sempre bello leggerti
    :-)

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.