Passa ai contenuti principali

La coppetta mestruale ha una misura

Qualche anno fa l’avevo scoperta in rete ed ero rimasta un po’ tramortita. Per esempio, come articoli correlati (chiamasi tecnicamente cross-selling), proponevano vibratori, e io francamente non categorizzavo la coppetta mestruale come “cosa da mettere nella topa”, o “articolo per il diletto”, quanto “risoluzione di un problema collegato al ciclo mestruale”.
Per le tre persone che non sapessero cos’è una coppetta mestruale, vi dico che è un oggetto che va dentro alla topa, in profondità, e che raccoglie (e non assorbe finché può, come l’assorbente interno) il sangue.
Però la cosa non mi convinceva per vari motivi, che non starò qui a elencarvi essendo io pudica. Alcune mie amiche mi dicevano che era una roba d’una comodità esagerata e che se avessi provato non sarei mai tornata indietro. Ma continuavo a non essere convinta.
Poi vado a una fiera del benessere, mesi fa, e la vedo esposta: non è grande come pensavo e vista dal vivo mi spaventa meno. Ma era una giornata per me un po’ triste, dunque in quel momento che ho visto la coppetta pensavo solo a come non mettermi a piangere. Non avevo ancora scoperto il mantra ho’oponopono.
Vabbé insomma per dirvi che dopo lunghi pensamenti alla fine ho detto, adesso me la compro, se poi non apprezzo l’esperienza avrò buttato 9,90 euro.
Solo che, come dire, l’ecommerce delle coppette propone alcune variabili che a dire il vero ho sottovalutato per via del fatto che volevo completare l’acquisto in ventitré secondi, prima di ripensamenti. La variabile colore, per dire, l’ho un po’ presa sottogamba. Ci fosse stata l’Ale mi avrebbe detto che la coppetta si deve abbinare a mutande reggiseno calzini. Ma siccome io non abbino mutande e reggiseno e neanche i calzini tra loro (dio che noia), non ci ho pensato.
Ma poi la variabile misure. C’è la piccola e la grande. Io ho detto boh, la misura dipenderà dall’abbondanza del flusso, e ho preso la piccola. Solo dopo ho chiesto alle mie compagne di banco.
“Come ce l’hai la topa?”, mi hanno chiesto. “Piccola, grande? Tonica?”. E che ne so, mica ho fatto un benchmark. Suppongo di avercela normale. Il tampax è mono-misura, per dirne una.
Poi c’era la questione dove la faccio spedire. A casa, che non ci siamo mai? In ufficio? Già, e poi quando la segretaria la riceve, metti che non ci mettano il mio nome sopra, lei che fa? Apre e chiede a tutti i miei settanta colleghi se hanno ordinato una coppetta mestruale? No, grazie. Meglio che arrivi a casa e che il postino la lasci come sempre sulla finestra del bagno.
In pausa pranzo ho cercato info, mentre mangiavo un panino.
Quando il mio collega è arrivato a chiedermi una brochure, avevo ancora il browser invaso da coppette mestruali. È ora che gli uomini predano coscienza, fanculo.

Commenti

  1. Ciao!Parlo per esperienza...si potrebbe dire che la misura dipende dalla tonicità della situazione...cioè in base all'età e se hai già avuto figli o no. Quella che ho comprato io (lady cup) la trovi in taglia S e L, inutile suggerirti quale sia quella adatta a te no?!;)
    Comunque ti assicuro che è un'ottima soluzione!

    RispondiElimina
  2. comodissima? non lo so... svuotarla quando sei fuori casa è un casino. devi ravanarti nella topa in un bagno pubblico (e nove su dieci senza potersi sedere sul water), se non c'è anche un lavabo dove c'è il water non puoi sciacquarla e non puoi sciacquarti le mani che inevitabilmente si sporcano. io quando l'ho presa avevo già compiuto 30 anni, quindi ho optato x quella grande come dicevano le istruzioni, ma secondo me era troppo grande perché ho sempre fatto fatica a metterla/toglierla. dopo aver avuto un figlio la situazione non è affatto migliorata. dovrò optare comunque per quella più piccola, mi sa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, però c'è lo stesso problema se usi assorbenti interni...

      Elimina
  3. ... diciamo che alle donne che hanno partorito naturalmente suggeriscono la L. Io dopo due parti sto bene con la L. La trovo comoda ed igienicamente senza paragoni ... non riesco a tornare indietro ...da un senso di pulizia estremo ... l'ho trovata un po' meno comoda e pulita quando per svariate cause mi è caduta nel gabinetto ... ma mai nel mio ... sempre in gabinetti strani ovviamente

    RispondiElimina
  4. quella che ho preso io aveva 2 misure: la piccola prima dei 30anni e senza figli, la grande dopo i 30 e dopo il parto.
    l'ho usata in viaggio (india per esempio), l'ho usata mentre lavoravo i campi un'estate, l'ho usata in giornate passate tra le aule universitarie e la biblioteca, mi sono cambiata a lavoro e nei bar... insomma, è estremamente pratica.
    quando temo non ci sia lavabo o bidè mi porto dietro una bottiglietta d'acqua, ma dicono che anche se per una volta la svuoti senza sciacquarla vada bene lo stesso, e in casi di emergenza mi è capitato di tenerla addosso fino a una decina di ore (ed è comunque più igenico di un assorbente). Non tornerei MAI indietro!
    Ho sempre usato la marca Mooncup, sul sito c'è la risposta a tutte le domande che mi siano mai venute in mente.

    Ciao e in bocca al lupo!
    (non che ce ne sia bisogno)

    Marghe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, anche io credo che mi troverò bene.

      Elimina
  5. credo che le perplessità dipendano dal fatto che non è ancora un metodo di massa.io la userei x un discorso di rispetto dell ambiente,xké so che gli assorbenti inquinano tantissimo.così come i pannolini x bambini.il fatto ke queste coppette anziche assorbire raccolgano il flusso un po' mi fa schermire,ma credo che prima o poi proverò!(parla una che non ha mai,dico mai usato nemmeno l assorbente interno). ps polly,fattela spedire in ufficio,sarai una trend-setter XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ihih, trend setter della coppetta, chissà.

      Elimina
  6. io la uso e mi trovo bene. E sto fuori tutto il giorno, ma tanto regge molte ore per cui il doverla cambiare in giro è un problema relativo. Essendo tu figliata, mi spiace ma hai la topa sganasciata. tanto sopra i trenta è tutta una misura per cui poco male. meglio quella comunque da giustificare sul browes che un dildo. O forse no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, me lo dite tutti che dovevo prendere la taglia grande ma io ho preso la taglia piccola.

      Elimina
  7. Io mi trovo benissimo, e per prenderci confidenza in fondo ci ho messo pure, io che pure sono una timidona (per dirti, prima che nascesse il Nano mi avevano vista nuda solo mia madre e Cody...). Ora il cambio é rapido e indolore, se la prendi e vuoi qualche consiglio sarei felice di poterti aiutare!!!!

    RispondiElimina
  8. Sul sito della Mooncup dicono che si può lavare anche nel forno a microonde (con una procedura simile a quella usata da Steven Seagal per far esplodere la portaerei in un film): a non avere una donna mi perdo un'enormità di situazioni interessanti... :(

    Io me la farei spedire sul lavoro. Ho lo stesso dubbio quando compro i condom on-line, infatti, per l'evenienza che qualcuno possa aprire il pacco li compro sempre di misura extralarge. Limitazione del danno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio, mi fai morire dal ridere them :)

      Elimina
    2. Comunque da una prima indagine al volo le coppette non hanno solo una misura, hanno anche una morbidezza variabile a scelta! Polly, stavolta l'hai presa davvero sottogamba. Pensaci: se hai impiegato più tempo a capire quali siano i sacchetti giusti per l'umido della differenziata, allora ritornaci su con calma quando avrai tempo.

      Se la S non dovesse andare bene (qualunque cosa significhi nel vostro misterioso mondo), prometti solo che la prossima coppetta non sarà glitterata. Perchè ho visto quella glitterata e l'ho immaginata indosso a una generica trentacinquenne con le mutandine di Hello Kitty. E non sono più lo stesso... :)

      Elimina
  9. Io ne avevo presa una ma non andava bene (ne avevo ordinate tre per regalarla a sorpresa anche alle mie sorelle, non so se la usano), allora dopo un annetto ne ho presa un'altra più morbida e alla prima sterilizzazione l'ho disciolta completamente nel pentolino dimenticato sul fuoco e mi sono pure bruciata i capelli perché il pentolino s'è incendiato. Allora l'ho ordinata di nuovo includendo anche il barattolino in silicone per la sterilizzazione al microonde e ...niente, è eccezionale! In giro non ho problemi perché la vuoto solo la mattina e la sera. Ora gli assorbenti mi fanno schifo ma veramente schifo, non ne ho più usato uno. Comunque per ogni info, consiglio, esigenza c'è la mitica Violeta: http://cantucciodiyersinia.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per la testimonianza del pentolino :))

      Elimina
    2. ...era un bellissimo pentolino dell'IKEA... :(

      Elimina
  10. Io mi rifiuto, possono raccontarmi quello che vogliono ma non mi convince.
    Sarà che la considero un luogo di svago e non un portaoggetti, non ce la fo proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso copiarti luogo di svago e non portaoggetti. Trovo questa metafora geniale. Io con quelli interni rischiavo l'orgasmo solitario tutte le volte e ho lasciato perdere...

      Elimina
    2. io uso abitualmente i tamponi e credo che la cosa non cambierà sensibilmente, vediamo :)

      Elimina
  11. Non ho capito una cosa: se sono in spiaggia, possousare la coppetta tranquillamente e girare in costume? Figuratevi che io sono una di quelle sfigate che quando ha le mestruazioni al mare mette l assorbente esterno e i pantaloncini e non fa il bagno... sono ferma agli anni settanta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi proprio di sì, via i pantaloncini :)

      Elimina
  12. Solo due misure? ;)
    Prova qua: http://www.meluna.it/. Anche io, da che l'ho provata, schifo tamponi e assorbenti!

    RispondiElimina
  13. Confermo quanto sopra: vicino ai 30 e dopo almeno un parto naturale L.
    Confermo praticità, igiene, vestibilità (vestibilità??) in casa.
    Un po' meno fuori, che che ne dicano.
    Marca mooncup, colore nada ma so che ora le fanno coi fiorellini, i teschietti, i cazziemazzieitrallallà.
    Aggiungo che sono basita dalle 9,90 euro...io in farmacia 25 =| !!

    Checcazzo.

    Susibita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al negozio bio faentino dove sono andata per comprarla mi hanno chiesto 30 EURO! (presa online)

      Elimina
  14. Io, a 33 anni, uso ancora la piccola che ho comprato piú di 6 anni fa credo...non ricordo, ma non ho figli....comunque è comodissima e ha sviluppato tratti antropomorfi!baci.bea

    RispondiElimina
  15. Antropomorfi o antropomorfici...?help!bea

    RispondiElimina
  16. Cara Polly che argomento interessante! io sono una di quelle che la pubblicizza a più non posso...mica ci guadagno nulla, ma la soddisfazione di aver aiutato un'altra donna a vivere meglio il proprio ciclo è enorme! Io ho avuto fortuna e ho trovato subito quella adatta a me, però la maggior parte sbaglia la prima e poi una volta capito come funziona sceglie meglio la seconda ti consiglio questo blog per capirci di più in quanto a rigidità http://cantucciodiyersinia.blogspot.it/2013/09/morbidezza-delle-coppette-mestruali.html e, sì sarò la centesima che te lo dice, sei partita con la taglia troppo piccola... io ho iniziato ad usarla a 25 anni nessun parto e da sempre uso la L! Non ti arrendere se all'inizio sembra difficile, dopo qualche ciclo ci si prende la mano... :)
    Sara

    RispondiElimina
  17. E' un po' che ci penso.. Coppetta sì, coppetta no!
    Alla fine mi dico che se tante donne la pubblicizzano e si trovano bene forse tanto male non sarà! Mi viene un po' d'ansia per lo svuotamento però se ce la fanno tutte posso farcela anche io, no? Un po' come la corsa.. credevo di non riuscire a correre per più di un minuto e invece ora corro 5km senza fermarmi! E poi, se ti sei convinta tu per me è una garanzia!! :) Oggi guardo meglio... e la faccio arrivare pure in ufficio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti mi sono pentita di averla fatta arrivare a casa perché le poste di #BucoDelCulo sono la morte...dopo tre settimane (e il sito delle poste dice che il pacco è qui, "in lavorazione"), non ho ancora ricevuto un tubo.

      Elimina
  18. Anche io tre anni fa ho svoltato con la coppetta. Mai più senza.

    RispondiElimina
  19. Ciao, sono una nuova incopettata. Ho una mumycup ma ce ne sono un'infinità. Io l'ho comprata, come te, con la fretta di averla, ma fortunatamente mi avevano consigliato bene. Taglia L visto che avevo avuto un parto gemellare.
    Mi trovo benissimo, la comodità per me è il cambiarla ogni 12 ore, quindi 6.30 - 18.30 non straborda nulla. Non ho mai avuto problemi col gambuccio e non mi sono mai posta tremila problemi che leggo su internet inerenti alla cervice, alla sua posizione o che so io.
    La metto su, mi assicuro che si apra, la spingo un po' di più e la lascio là. Poi la tolgo, la svuoto, la sciacquo con acqua e la rimetto.
    Non ho mai provato a svuotarla in autogrill, diciamo che non mi è mai capitato di fare un viaggio lungo 12 ore, mi premuro soltanto che il cambio non ricada nel viaggio e stop. Non amo i campeggi quindi anche là il problema bagno pubblico non si pone.
    Risparmio un casino in assorbenti e la infilo già dai primi sintomi quando ancora non ho nemmeno le perdite, sono ad un livello pro quindi niente salvaslip perché "non perdo una goccia".
    Potrei dirti mai più senza anche io, anche se i primi due cicli per inserirla è stato una violenza.
    Invece ho scoperto da poco le spugnette che penso non proverò mai e poi mai...

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.