Privacy Policy VOLEVO FARE LA ROCKSTAR: Momenti di consapevolezza (poi passa eh)

domenica 24 agosto 2014

Momenti di consapevolezza (poi passa eh)

Da quant'è che non vi annoio borbottando e sproloquiando e bofonchiando circa il mio stato ormai credo diventato endemico di single? Troppo, troppo poco, non ricordo, a volte scrivo dei post poi li lascio in bozza. Perché m'è capitato diverse volte che qualcuno mi dicesse chiaro e tondo che non è normale che io stia sola da quattro anni.

"Non è normale, così"
La mia reazione a questo commento dipende dal mio ciclo ormonale ed è una via di mezzo tra:

  • che ne sai tu di cosa è normale?
  • tutte le coppie che vedo riempirsi di corna sarebbero normali? (scusa)
  • è che...(segue spiegazione raffazzonata che sa tanto di auto-giustificazione peraltro non necessaria)
  • sai benissimo che non mi piacciono i tipi papabili e non posso portare a casa un tipo non papabile (un'altra scusa)
Ci sono delle mie amiche che ci terrebbero che io avessi un moroso papabile, però poi non sanno qual è il mio personalissimo concetto di papabile.

Regolarmente, qualcuno mi comunica che il tale è davvero il mio tipo.

"E sentiamo, come sarebbe il mio tipo?"
"Ah, un sacco simpatico"
"..."
"Ha la barba"
"..."
"Scrive..."
"Ti prego, scrivere è da sfig..."
"...racconti erotici"

A Serena ho detto che non mi innamorerò mai più e lei mi ha risposto: "Succederà sicuramente. Ma non alle tue condizioni".

Molte persone che prima credevo sveglie mi hanno chiesto se essendo single da quattro anni non faccio sesso da quattro anni. Alcune persone che prima credevo educate, mi hanno chiesto se essendo single con tre bimbe, le ho fatte con tre uomini.

"Eh, e poi così come cazzo fai? Non ce la puoi fare"

La verità è che, resto del mondo a parte, questi anni mi sono serviti a fare pace con me stessa, e mi stanno servendo ancora, nonostante io desideri fottutamente che qualcuno si prenda cura di me. Voglio condividere di nuovo il mio stipendio, il mio letto, la colazione, le domeniche, e un giorno anche gli abbracci delle bambine.
Se questo non è ancora accaduto i motivi sono svariati, non tutti dipendenti dalla mia volontà, ma non sento il bisogno di elencarli.
Detto questo, ultimamente stanno accadendo delle cose, mica visibili eh, però io le vedo forti e chiare e sono dei clic in testa che voi non vedete ma che io, un giorno, identificherò chiaramente: "in quel periodo ho fatto clic".
Sto cambiando. Una cosa pazzesca è che recentemente ho messo in discussione quelli che credevo essere i miei sogni. Ci ho messo quattro anni per fare pace con il mio carattere lunatico e il mio aspetto fisico che non ho mai apprezzato del tutto (non che ora mi senta bella, però finalmente me ne sbatto, ecco), poi a un certo punto ho realizzato che non sto andando proprio dove voglio, ma dove e come avevamo progettato io e il Donatore. Ma senza di lui.

"Saremo migliori dei nostri genitori. Vivremo in collina. Compreremo un cavallo. Andremo al fiume in tenda"
E che cazzo, certo che te la vivi male.
La verità è che io dovrei pensare al mio progetto, non onorare, da sola, il nostro. Per anni, come un somaro, ho trasportato da sola il peso della nostra famiglia e della nostra vita insieme. Come se avessi perso una ruota mentre andavo a una velocità pazzesca, e non mi fossi riuscita a fermare, e fossi andata, e andata, con una fatica bestiale, perché mi ero dimenticata di fermarmi e di dirmi: cazzo Vale, ora hai un tre ruote, fermati un attimo e pensaci, è umano, non stai così perché sei un cesso: stai così perché è normale.
Me n'ero proprio dimenticata, che ho facoltà di scelta, e che sono più o meno padrona di me stessa e decisamente maggiorenne.
E se lui se n'è andato non è perché io faccia schifo o lui faccia schifo, ma perché la vita è questa.
Sto liberando il mio immaginario e nel mio immaginario lui non c'e.
L'unico problema è che non so bene cosa voglio.
Per ora ho comprato una chitarra, per cantarmi La canzone del sole.
Certamente voglio qualcuno che mi abbracci sempre.


18 commenti:

  1. che significa "non alle tue condizioni?"
    in questi giorni stavo riflettendo che se ci si innamora è per forza alle nostre condizioni. o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. significa che le cose vanno quasi sempre diversamente da come te le immagini o da come le vorresti, soprattutto quando nei tuoi progetti prevedi la presenza di altre persone.

      Elimina
    2. Ma assolutamente NO, che non ci si innamora alle proprie condizioni. Solitamente ci si rende conto di essere innamorati proprio pensando una cosa come "ma perché diavolo non riesco a smettere di pensare PROPRIO A LUI/LEI?"

      Elimina
  2. qualche giorno fa rientro a casa e mi chiedono " portiamo i bimbi a mangiare fuori?"
    Mi ci sono voluti 10 minuti per realizzare che non avevo fatto un tuffo nel passato e che quello non era il padre dei miei figli.
    Ho fatto clic, ed ho deciso di lasciarmi abbracciare.

    RispondiElimina
  3. "certe volte succede qualcosa di dolce e fatale, come svegliarsi e trovare la neve...! (D. Silvestri).

    RispondiElimina
  4. A parte che questo post è bello tutto, ma davvero non ti senti bella? Io se penso a come vorrei essere, a che stile vorrei avere, penso a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Osta che complimento :)
      Fisicamente sono normale, niente di eclatante, ma va bene eh :). Il mio stile invece non mi dispiace.

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Grazie. Queste parole sentite ora... Bè ne avevo bisogno.
    Smuack :*

    RispondiElimina
  8. (e comunque, quando mi chiedono perchè sono single, di solito rispondo che è perchè mi stanno tutti sulle palle.. è un periodo così e chi lo dice che è sbagliato?..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che è sbagliato me lo dicono spesso, ma pensa un po', io trovo sbagliato il resto del mondo :)

      Elimina
  9. Anche a me chiedono da quanto non faccio sesso, ma il colmo è che sono i miei colleghi a farlo. Illusi, non la racconterò di certo a loro la mia vita privata! Per quanto riguarda il trovare un compagno, il nostro problema è che abitiamo in centri piccoli. In una grande città ci sarebbero più opportunità di incontri. Poi forse siamo più esigenti. Io ad esempio lo voglio bello, con gli occhi azzurri, brillante e anche ricco. Dicono che sono troppo selettiva.... farò un casting!

    RispondiElimina

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.