Privacy Policy VOLEVO FARE LA ROCKSTAR: In sala d'aspetto

lunedì 24 febbraio 2014

In sala d'aspetto

Nella sala d'aspetto della palestra dove va Carolina a fare danza, c'è sempre questa mamma.
Accompagna le sue figlie e le aspetta lì.
Non come le altre, che portano i figli e se ne vanno; oppure la nonna porta i bambini in palestra e la mamma li riprende dopo l'ufficio, tipo i pacchetti, come faccio io.
Lei le aspetta.

Le sue bambine sono belle, in particolare la più grande, e hanno molta grazia, quando ballano, anche se ballano da poco.
La Vale è bravissima, come insegnante di danza, perché mantiene la disciplina però al contempo credo che le voglia vedere divertite e non frustrate, le bambine. E non si prende sul serio, come fanno le altre ballerine super-belle e super-magre. Sono felice che la Vale sia mia amica.
Allora c'è questa mamma che aspetta, durante la lezione. Disegna. Degli animali, degli uccelli. Oppure una volta ho sbirciato e leggeva un libro sulla meditazione, o su Budda. Non fa come me, che quando ho un minuto libero guardo il telefono, le email e tutto, compulsivamente. Lei sta lì, sempre nella stessa sedia, a sottolineare il suo libro, e il cane del maestro di judo le fa le feste. E io, se capita che sono da sola con lei, non sento che devo per forza dire qualcosa. Lei sorride, scambia qualche parola, e poi riprende a leggere. Io sono felice, quando non devo parlare per forza.
Anche le sue bambine sono belle e semplici, vestite in modo semplice.
Lei parla loro sottovoce. Sorride spesso. Non le sgrida, non urla, e loro non hanno bisogno di urla o sgridate.
Abitano in collina, molto in collina, e io credo che la loro vita sia molto vera. E credo non abbiano nulla più di quello che è necessario.
A me loro fanno bene alla salute.

25 commenti:

  1. Che bella cosa che è questa....queste mamme che pensi esistano solo nei blog delle altre ed invece sono reali e ti circondano, ed in ogni scuola di danza ce ne è una ed un po' le invidi perché tu invece urli,sei sempre di corsa,le tue bambine corrono dietro a te fra zaini,borse e sacchetti perennemente in ritardo, ed il loro pocchio è sempre quello più imperfetto perché ti manca la spazzola,ti sono rimaste solo due forcine, ed hai fretta, e mentre glielo fai tieni il telefono tra la spalla e l'orecchio e nn senti la maestra di danza che chiede per la prossima volta che abbiano un quaderno,e quindi la prossima volta oltre al pocchio storto saranno pure le uniche senza quaderno, e tua figlia che con candore ed ingenuità ti dice che da grande farà come la mamma della Matilde che nn lavora, così starà sempre con la sua bambina invece che delegare e correre ed arrancare e tu mentre lei lo dice, ti vorresti frustare la schiena, ma continui a spazzolare veloce i capelli con le dita, le fai il solito pocchio storto,la baci e scappi ,mentre seduta davanti all'acquario la mamma zen ti sorride e magari ti dice di nn preoccuparti x la bambina, tanto c'è lei che nn si muove di lì, e tu scappi e meno male piove e sei senza ombrello così se ti scendono due lacrime di rabbia nessuno le noterà. A parte il fatto che avevi la matita nera intorno agli occhi, e sembrerai uno dei Kiss.
    Con stima sincera
    Erika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  2. ma come fanno? Come fanno le altre ad essere così pacifiche con il mondo?? Io mi alzo già inca**ata di prima mattina, detesto tutti i no che il nano mi dice ogni volta che gli chiedo di lavarsi i denti, vestirsi, fare colazione, uscire di casa, chiamare l'ascensore...
    E poi arrivo sempre in ritardo, mi trucco in macchina e non sono per niente serafica.

    Ditemi, vi prego come fanno ad essere così zen. E anche a vivere felici molto in collina.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  3. Anche io sono compulsivo quando aspetto i bimbi al nuoto. Ho quei tre quarti d'ora e vorrei fare un sacco di cose, tutte quelle che non riesco a farci stare nel resto della settimana. A volte però leggo e sono felice.

    RispondiElimina
  4. Se è bel tempo e mia figlia è occupata in qualche sport vado a correre sul lungo mare. E' molto zen!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma bello. Il mare è zen anche solo a guardarlo.

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. qualcosa mi dice che questo Anonimo verrà bannato...

    RispondiElimina
  7. Ben tre troll in un solo post.. vuol dire che è un bel post. Brava, mi piace. Anche io sbircio spesso le altre mamme, a nuoto con Bibi il sabato mattina. La mia preferita fa la doccia alle figlie di 4-5 e 7-8 anni vestita da capo a piedi e con tanto di velo. Le bambine hanno una foresta di capelli lunghissimi, nella doccia ci saranno 45 gradi, ci vogliono 25 minuti solo per lavarle. Lei non perde mai, e dico mai, la calma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stata fortunata che la troll è arrivata prima di te...lei odia le velate, te ne avrebbe dette di tutti i colori (se arriva fai sì sì con la testa, mi raccomando).

      Elimina
  8. Ci sono delle persone che definirei terapeutiche con le quali si sta bene e si riceve parecchio bene. Ne conosco qualcuna e ho deciso di passare più tempo con loro

    RispondiElimina
  9. Io sono un po' zen, a dire il vero.
    Con Elisa non mi inca..o praticamente mai.
    In compenso tratto di m...a mia mamma e mio marito, random.

    RispondiElimina
  10. io ho una grande ammirazione per chi è così in controllo. A me il controllo sfugge quasi subito, e non ho nemmeno figli, non oso immaginare in cosa mi trasformerei. So da dove viene questo mio brutto lato, ho due genitori che hanno sempre avuto lo sclero facile. Non è orribile realizzare di avere ereditato proprio le caratteristiche che detestiamo di più? E mi spiace ancora di più perché mio marito è scandinavo, a certi eccessi di reazione non è abituato e mi dice che spesso ci soffre, perché mentre io scarico la tensione, chi mi sta accanto la raccoglie tutta....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. realizzare è la chiave. Se tu lo facessi senza accorgertene sarebbe molto peggio (sto citando la mia psicologa)

      Elimina
  11. Quando porto mio figlio in palestra anch'io lo aspetto leggendo un libro.
    Non sono zen, è solo uno dei pochi momenti in cui riesco a leggere un'ora senza essere interrotta.
    In altri momenti corro trascinando figli e zaini, mi arrabbio e urlo.
    Se qualcuno mi vedesse in quell'ora potrebbe pensare che io sia una mamma zen organizzata, ma se mi vedesse in altri momenti magari cambierebbe idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, se sei zen mica devi giustificarti...anche a me a volte hanno detto che sono mega - tranquilla/dolce/paziente, ma quando le bimbe perdono tempo al mattino urlo come un'ossessa.

      Elimina
  12. Oggi ho portato il grande a nuoto e ho fatto la mamma zen, siamo arrivati in anticipo, non ho dovuto scaricarlo davanti all'ingresso e girare come una pazza alla ricerca di un parcheggio, sono entrata con lui e mi sono seduta sorridente su una sedia e sono stata più di un ora ferma a guardarlo....di solito invece mi precipito a controllare che abbia tutto il necessario e poi via, spesa veloce, quella commissione che rimando da giorni, un salto a recuperare il piccolo all'asilo e poi di nuovo in piscina a cercare parcheggio sperando di arrivare in tempo per la fine del corso... Altro che zen, sicuramente mi prendono per pazza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissimo quando ti accorgi che ti stai comportando esattamente come vorresti...ma poi ti rendi conto che è un'eccezione. :(

      Elimina
  13. io sarò una madre un po' ossessionata dal controllo temo, perché sono una donna ossessionata...
    è proprio insito in me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando sei mamma a volte cambi. Vabbè, io ero cazzona prima e son cazzona ora eh.

      Elimina
  14. Sembra una storia incredibilmente bella. L'armonia così e' difficile da trovare e stabilire.

    RispondiElimina
  15. Che bella descrizione, vorrei essere proprio una mamma così, o comunque una persona capace di trasmettere bellissime sensazioni come quelle che son state trasmesse a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi trovo che non l'ho descritta abbastanza bene.

      Elimina

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.