Passa ai contenuti principali

DELLE FIGLIE IMBARAZZANTI


Le mie figlie trovano particolarmente divertente mettermi in imbarazzo. Carolina, per esempio, riesce a sfuggire dalle mie grinfie ogni volta che siamo in un luogo pubblico per poi trovare un adulto compliante che la riaccompagni dalla madre con aria di riprovazione. E' successo alla sagra di BucoDelCulo, grande come il mio salotto, che l'altoparlante ha avvisato me e Serena del fatto che le nostre figlie erano state rinvenute dietro alle griglie; è successo al supermercato, in spiaggia (no, vabbè, non potete sapere cosa sia perdere un bambino a Cesenatico. Quando l'ho ritrovata, con il cuore in gola, l'unica cosa che mi è venuta spontanea è stata una sonora sculacciata, e sono contraria all'aggresione fisica) ed è successo quest'estate, a una festa bellissima dove erano tutti fricchettoni, che non ho fatto in tempo a portare le gemelle a fare la pipì dietro a un albero, che Carolina e la sua amichetta delle griglie hanno fatto fermare la band che suonava, affinché io e l'altra madre degenere fossimo richiamate all'ordine. Che poi noi non le stavamo cercando semplicemente perché eravamo praticamente di fianco a loro, e mica pensavamo che stessero bisbigliando tra loro perché ci cercavano.

Camilla, invece, ama raccontare a tutti questa storia, che non ha ben capito neanche lei, ma che ha indovinato essere un po' imbarazzante per me.
L'anno scorso, lamentava l'ipertrofia delle tonsille. L'ho portata dall'ottorino, il quale ha sentenziato: “Niente di anormale signora, la curi con Zigulì al bisogno”. Quando ho raccontato tale diagnosi a mio fratello e abbiamo assistito al ripetersi della lamentela guardacaso in concomitanza con l'esecuzione dei compiti, mio fratello ha detto: “Dammi il tuo bicchier d'acqua, Camilla, che vado in bagno a metterci due gocce di Placebo, un farmaco per il male alle tonsille” (Avete in mente no? Coz there's nothing else to do every me and every you)
Da quella volta, ho somministrato diverse volte il Placebo alla bambina. Una mattina, a scuola, continuava a sentire bruciore alla gola, e ha detto alla maestra: “Mamma mi dà sempre il Placebo, ma il dolore non mi è passato”. Ovviamente è stata spedita a casa con sguardo accigliato rivolto alla madre degenere.

Le mie figlie sono delle ingrate.

Commenti

  1. ...però sono così adorabili <3 !

    RispondiElimina
  2. secondo me saranno delle tipe sveglie da grande!!!!e non sai che vantaggio! ;-)

    RispondiElimina
  3. Io ho perso una ragazza disabile a Cesenatico. Un po' ti capisco.
    Le tue figlie sono puro genio del male al 100%. Vanne fiera. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella volta è uscita da un chiosco a Zadina ed ha camminato finchè è arrivata alla stazione dei treni...Solo perchè la strada faceva una curva che, in qualche modo, rappresentava un ostacolo. Ci abbiamo perso 10 anni di vita.
      Baideuei: ticapisco anche sui figli geni del male... ;)

      Elimina
  4. Due su tre: Lucia non ti mette in imbarazzo almeno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fa la sua parte anche Lu, solo che quando ho scritto sta cosa non mi veniva in mente niente.

      Elimina
  5. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH grandi! Dai hanno senso dell'umorismo!
    Morbidi.

    RispondiElimina
  6. Interessante la storia del Placebo, secondo te funziona anche con i mariti?
    comunque le tue figlie sono troppo forti!
    ps: finalmente un blog divertente e un po scanzonato dove cuore non fa rima con ammore!
    ciao, ti seguo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (ce ne sono tanti di blog dove cuore non fa rima con ammore XD)

      Elimina
  7. Degne figlie della loro Mamma. Ti daranno grandi soddisfazioni. A presto :)

    RispondiElimina
  8. Quali adorabili mostri!
    Sono fantastiche :D

    RispondiElimina
  9. care, ti porteranno alla tomba o all' alcolismo, ma prenderanno una strada bellissima per farlo

    RispondiElimina
  10. ...fantastike!!..il mio (a 4 anni) mi è scappato e dopo 15 minuti lo trovo in braccio ad un vigile (che mi guarda strano!)..."papy..sono andato a chiedere aiuto perchè non ti trovavo"... poi ha confessato che l'ha fatto per nn venire a giocare a calcetto al bar..(cazzo!!...e io che ci andavo per lui!!)

    (ps. bentrovata dopo un tot!)

    RispondiElimina
  11. Ahahaha!! Guarda,io ti seguo anche su twitter (violet) e quando scrivi delle tue figlie mi spacco sempre tantissimo!!! Sono dei fenomeni!!!

    RispondiElimina
  12. ahahah! Chissá cosa diventerá "Mamma mi dà sempre il Placebo" quando saranno adolescenti ;)

    RispondiElimina
  13. non sapete cosa significa perdere una figlia sulla spiaggia??? lo so...lo so. E so anche cosa significa perdere tuo figlio di 6 anni allo stadio alla fine con 20.000 persone che escono dallo stadio...no lassa perde, io non so una mamma degenere.peggio..i miei di figli credo siano l'unico caso di abbandono al contrario. meno male che non entro nei cassonetti. il fatto è che quando erano piccoli io cercavo sempre di tenerli vicino a me e loro si allontanavano. adesso che io vorrei che loro se ne andassero stanno qua. e non se ne vogliono andare. sob.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia, i figli che abbandonano la madre è una metafora abbastanza ficcante 0_o

      Elimina
  14. ahahahaha! bellissima!
    Che ingrate davvero!

    RispondiElimina
  15. Ahahhaha davvero meravigliose!!

    RispondiElimina
  16. Mi fanno morire, sono simpatiche come te...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda che io sono simpatica solo per iscritto XD

      Elimina
  17. AHahahahahah che tesori!!

    RispondiElimina
  18. no ecco, mia figlia a Natale dell'anno scorso è entrata in bagno di colpo finchè c'ero io, che avevo il ciclo.
    Tornata in sala che straripava di parenti ha urlato al mondo: *Ma lo sapete che la mia mamma ha la patatina sporca di sangue????????????* non sapevo se morire io o uccidere lei. Volevo sprofondare

    RispondiElimina
  19. A noi mamme dovrebbero dare l'indennità di mammità honoris causa, come la laurea.
    Lamps.
    Aluya

    RispondiElimina
  20. persa la piccola (2 anni) nel carruggio a Moneglia (GE). Luglio. Folla. Morte della madre, istantanea. Si era infilata deliberatamente in un negozio di scarpe. La piccola già sa.

    RispondiElimina
  21. "due gocce di Placebo" è geniale...ma il terrore della perdita a Cesenatico, Dio che ansia, non voglio neppure immaginare!!
    Pure la mia pupa c'ha il vizio della fuga facile, e ha 2 anni!

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.