Passa ai contenuti principali

POTREI MA NON VOGLIO

Dicevamo Carboni. Qualcuno diceva: Primo Concerto.
Eh, il primo concerto.
Mamma alla sera mi portava spesso in giro, quando ero piccola e nonna non poteva tenermi. Una volta mi ha portato al concerto di Finardi. C'erano tutti tossici e io.

Il mio primo concerto da sola doveva essere quello degli Articolo 31: la Michi ci è andata e io non avevo i soldi, ero incazzata nera con la vita, e me la immaginavo già, lei che conosceva J. Ax senza di me. Non era giusto per un cazzo. Dopo mi ha detto che J. Ax ci aveva anche un fratello fighissimo, e io proprio morivo dall'invidia.
Il primo concerto alla fine è stato l'estate tra la terza media e la prima superiore, alla festa dell'Unità.
Samuele Bersani.
Vorrei che lo ricordassimo tutti in coro, il Samu. Che mai si capì se era omosessuale o meno, e voi direte, ma a te chettifrega, e invece mi frega perché io potendo me lo sarei fatto. Indipercui, classificando come "improbabile" l'eventualità che io nella vita riesca a farmelo, omo o etero in effetti non fa una gran differenza. C'avete ragione.
Comunque. Parliamone.
Quando passavano alla radio Chicco e Spillo facevo le elementari, e un po' m'angosciava Spillo che scaldava il cucchiaino, perché purtroppo alle elementari sapevo già perché le persone scaldano i cucchiai. Per fortuna hanno smesso, mi ha detto mio fratello che ora i giovani si fanno solo le canne, con l'eroina.
Poi alle medie c'è stato il momento di Ciao Ciao Belle Tettine, e di quel progetto di esportare la piadina romagnola, che è un po' il sogno nel cassetto del'80% delle persone che conosco.
E Spaccacuore. Parliamo di Spaccacuore. Io mi spaccavo il cuore per uno che se vi dico che è brutto, gli faccio un complimento. E guardate che io tendo a sdrammatizzare: se dico che uno è brutto vuol dire che è proprio brutto. Questo, per giunta, non mi cagava. Se c'è qualcosa che mi manda giù di testa nella vita, sono i tipi che considero sfigati, e che non mi cagano. Li odio.
Gli dedicavo Spaccacuore su Radio Castel Bolognese.
Io non sapevo dirti che solo a pensarti mi dai i brividi.
Però, che grama la vita senza brividi.
Quando andai al concerto di Samu con le due Michele, pensammo bene di fare un sit in davanti ai cancelli della fiera in orario pomeridiano. Dalle 4 alle 8 non si presentò nessun' altra persona sana o malata di mente. Neanche un prete, per darci una bottiglietta d'acqua o un calcio in culo. Alle 8 si presentarono una dozzina di persone, e noi ovviamente rivendicammo il meritatissimo posto in prima fila. Una delle due Michele lanciò un orsacchiotto sul palco e colpì il Samu in fronte. Non sto scherzando, potrei andare a ripescare su Facebook quella Michi con cui non ci sentiamo più e portarla qui a testimoniare.
Erano i tempi di Giudizi Universali.
Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza
calpestare il cuore
ci si passa sopra almeno due o tre volte i piedi come sulle aiuole
Leviamo via il tappeto e poi mettiamoci dei pattini
per scivolare meglio sopra l'odio
Torre di controllo, aiuto, sto finendo l'aria dentro al serbatoio


Sabato sera invece sono andata a vedere questi qua, che fanno musica elettronica (per la cronaca. Se qualcuno mi dovesse chiedere perché spesso nel week end esco senza le bimbe, vorrei dirgli di provare a lasciare i propri figli all'altro genitore, che poi è anche il proprio ex, e poi a tornarsene a casa da solo. Credo che il sabato sera, a casa soli con i propri fallimenti, sia la maggiore causa dell'alcolismo tra i genitori single).
E niente, è stato scioccante perché pensavo di averlo inventato io il genere "personaggio con aria intellettuale e vestiti usati, possibilmente con almeno un capo a righe orizzontali; mancanza di qualunque movimento vitale che non sia l' impercettibile tenuta del tempo con la punta del piede destro o con il mento; aria assorta di chi veramente ci capisce qualcosa (o millanta di)". E invece a sto concerto erano tutti un po' spocchiosetti come me, poi nella locandina ho letto: The Field, molto amato dagli hipster inglesi.
Ho improvvisamente realizzato che sono passata da groupie di Samuele Bersani a "tipa che scopre di non essere una stramboide inclassificabile solo alla soglia dei trent'anni". Son cose.
Oh, però gli occhiali da nerd non ce li ho mica, io.

Da domani provo a diventare simpatica.

Commenti

  1. ho riesumato il cd di bersani con la raccolta delle raccolte, proprio in questi giorni e mia figlia di 4 anni vuole ascoltare solo chicco e spillo, freak e coccodrilli. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi ricordo più coccodrilliiiiii!

      Elimina
    2. In America lo sai che i coccodrilli
      vengon fuori dalla doccia?..
      E che le informazioni meteo
      sono prese pari pari dalla bibbia?..
      Non dirmi che non ci sei stata mai
      che non vorresti esserci nata mai
      che preferisci rimanere solo qua
      nella provincia denuclearizzata
      a sei chilometri di curve dalla vita
      e dire a tutti che sto bene,
      sto benissimo a sapere
      che voi state bene insieme
      quando vi vedete!

      Elimina
  2. Ho letto un'intervista a Samuele giusto l'altroieri, e mi è tornato in mente il festivalbar a Lignano nel '95 o giù di lì, quando andai con le amichedelmare a sentirlo in mezzo a migliaia di adolescenti puzzolenti. Eravamo tutte innamorate perse.
    Avvertii comunque la poesia e un macello di ormoni. E limonai un sacco, quell'estate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io devo essere l'unica persona sulla terra che non ha avuto attimi di delirio ormonale da adolescente.E pensare che non ero nè sfigata nè rincoglionita.

      Elimina
  3. Cazzo Polly: Carboni, Bersani... con tutte le nostre differenze potremmo stare ore a parlare delle passioni musicali passate. E cmq il Samu è sposato con una donna. Questo non lo rende automaticamente etero però ci s'avvicina (detto per amor di cronaca)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio primo concerto: Dire Straits, Arena di Verona 1993 (o 92?, ah, l'età)

      Elimina
    2. uh, sei partito già rocchettaro! :)

      Elimina
  4. Samuele, Samuele...a me è piaciuta pure la sua ultima a Sanremo, pensa un po'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, io non c'ho la tv e non ascolto neanche la radio. Però mi hanno fatto sentire su youtube "carlo, carlo, vorrei ti chiamassi carlo" XD

      Elimina
  5. Non mi ricordo neanche un concerto a cui ho assistito tra i 15 e 21 anni. Eppure so di esserci andata ai concerti. Boh.
    In compenso mi ricordo di aver assistito (dal vivo) ad una esibizione di Lucio Battisti (in playback) durante la trasmissione "Chissà chi lo sa", alla Rai di Corso Sempione a Milano. Correva l'anno 1969, ero ancora alle medie e ciò era considerato fare una gita di quelle super.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cacchio, battisti, dici poco.
      (ma...ma...in play back???)

      Elimina
    2. All'epoca TUTTI i cantanti erano in playback, era quasi la regola.
      Nei video d'epoca raramente vedrai qualcuno con in mano un microfono e relativo filo lungo metri e metri.

      Elimina
  6. il bello di leggerti è che mi fai tornare alla mente un mare di ricordi!

    RispondiElimina
  7. Giudizi Universali era la mia preferita...

    RispondiElimina
  8. "per la cronaca. Se qualcuno mi dovesse chiedere perché spesso nel week end esco senza le bimbe, vorrei che provasse a lasciare i propri figli all'altro genitore, che poi è anche il proprio ex, e poi a tornarsene a casa da solo. Credo che il sabato a casa da soli con i propri fallimenti, sia la maggiore causa dell'alcolismo tra i genitori single"
    Ora mi ci faccio una maglietta così evito di rispondere a tutti gli idioti che mi chiedono sempre la stessa cosa. Il mio primo concerto? Antonello Venditti. E mi viene da piangere.
    (dopo il tuo post su carboni mi sono riascoltata il cd, così per la cronaca)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu non devi rispondere. Di' che vadano a cagare e di' che l'ho detto io.

      Elimina
    2. ...anche il giovedì...

      Elimina
  9. Il mio primo concerto? Gli Europe, tour di The Final Countdown. Svedesi pure loro, come The Field. Ma evidentemente non minimalisti.
    ;-)
    Votata al trash dall'infanzia (The Field spacca, è favoloso).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti mi è piaciuto ma secondo me dovevano metterlo come dj set e non come concerto.

      Elimina
  10. Merda, sono rimasta indietro.
    Io al concerto di Samu ci vado anche il 19 aprile.

    RispondiElimina
  11. (comunque il primo non si scorda mai: Luca anche per me, in piazza a Formigine - MO, maggio 1995)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anzi, 1996. ero proprio piccola.

      Elimina
  12. Ho all'incirca la tua età ed ho un solo bambino, a me la vita sembra difficilissima nonostante abbia un marito che mi aiuta tantissimo, sono una ragazza con pochissime amiche e senso dell'umoriso pari a 0.....
    Con tre figlie, un lavoro, un ex e mille cose, sei diventata il mio mito, non ti buttare M**** addosso perchè per me sei GRANDIOSA!!! (se avessi una tua foto la incornicerei e la metterei in soggiorno ;P)
    Buona settimana,
    Kinà
    P.s. io Bersani lo ascolto ancora oggi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai, le amiche e il senso dell'umorismo sono cose che vanno a periodi un po' per tutti.
      Bersani oggi non so bene cosa faccia :)

      Elimina
  13. Bersani:il mio primo concerto a pagamento con l'ex storico...però ricordo che a quel concerto disse di avere una compagna, sarà diventato gay in seguito?

    RispondiElimina
  14. Lo confesso.

    No, non lo posso dire.

    Sì, dài.

    Ma no, mi vergogno.

    E su, che ti frega.

    D'accordo: 883.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma io me l'immaginavo un po' che ci avevi un passato torbido.

      Elimina
  15. un pò mi vergogno a dirlo ma visto che qui tutti confessano, lo confesso anche io....5 anni concerto di Cristina D'Avena, ne andavo pazza! Pensa allo strazio di mia madre......Comunque è un pò che ti seguo...è piacevole leggerti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh, io a vedere Cristina ci sono andata da piccola e anche da grande. E' brava un sacco e con i Gem Boy molto autoironica :)

      Elimina
  16. Qui tocco il fondo.... il mio primo concerto è stato quello di Luis Miguel, nel lontano 1985. Se lo ricorda qualcuno??? Poverina, mi accompagnava mia sorella, molto + grande di me, a sorbirsi queste bambine/ragazzine isteriche per il belloccio sul palco. Che comunque è famosissimo in America Latina ancora adesso, ma qui non se lo caga nessuno.... in compenso il concerto + bello: Luca Carboni 1993!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no proprio luis miguel... eh vedi lo sapevo ormai è nell'oblio! Cerca su youtube "noi ragazzi di oggi" e vedrai. CIAO un abbraccio mi sei molto simpatica!!

      Elimina
  17. Primo concerto: Bruce Springsteen a Torino nel 1988. Sono figa o no????
    Per quanto riguarda gli occhiali, ti consiglio questi, scoperti giusto ieri su Gala Darling, ti ci vedo bene! http://galadarling.com/article/from-soho-with-love

    RispondiElimina
  18. primo concerto i duran Duran partenza con mamma e amiche alle 7.00 di mattina e urla dal finestrino della macchina alle signore che andavano a messa: signoooorrraaaa vaaadooo a veeedderrrreee iii durrrannnndurrraaaaannnnn era il 1985

    marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. belloooooo, mi sembra un po' un film...

      Elimina
  19. urca anche io un primo concerto imbarazzante: elton john.
    bleah!
    Poi però mi son ripresa e ho visto un sacco di robe belle.
    ragion per cui anche adesso ogni tanto esco da sola, senza figlia nè compagno per andare a sentire qualche concertino...
    Stupido chi ti fa certe domande: uscire da sola qualche volta è una buona abitudine per chiunque. anche per le famigliole da mulino bianco.
    ogni tanto bisogna aprire le finestre e cambiare un po' aria.
    Poi può essere l'occasione per scoprire di essere hipster e non saperlo..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me le persone che escono sole, anche se a casa hanno figli e/o marito, o nonno in carrozzella, o lavoro arretrato, ecco, mi sembrano semplicemente persone che sanno vivere. E io un po' sto imparando. Fuck the rest.

      Elimina
  20. Io mi ricordo solo i concerti da grande, ma perchè? Però devo ammettere che a otto anni otto ho visto Vasco dalla finestra di casa che dà sullo stadio: era il 1979, altrochè canne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io per un po' ho abitato in centro e ho visto (male) un concerto di Alanis Morisette dalla finestra. Son botte di culo. :)

      Elimina
  21. Accidenti... Quanti pensieri mi sono fatta su Samuele Bersani!!! Compresa litigata con un mio ex a cui per errore avevo detto che un giro di giostra con lui me lo sarei fatto volentieri e lui ad accusarmi perché era un cantante da poco e quindi se mi avesse incontrato anche Samuele il giro se lo sarebbe fatto volentieri con me (peccato non l'abbia mai incontrato!!!!).
    Poi invidia pure per una mia Amica che mi aveva raccontato di averlo conosciuto dopo un concerto perché c'era poca gente... E io allibita: "e tu non hai fatto niente?" e lei "l'ho salutato".... Ci mancava pure che facevi finta di non conoscerlo...
    A parte tutto la sua musica a me e' sempre piaciuta.
    Certo che tu riesci sempre a risvegliare in me dei ricordi divertentissimi... Così mi sento una teenager ed la giornata va molto meglio. Grazie

    RispondiElimina
  22. Uh, Samuele Bersani... sono stata follemente innamorata di lui dai 18 ai 19 anni. Mio fratello, che ai tempi lavorava in un negozio di dischi, un giorno me lo presentò: si confondeva tra gli altri clienti e nessuno sembrava riconoscerlo, cosa per me incomprensibile... Io ero in stato confusional-catatonico, e mio fratello infierì raccontando al buon Samu che ero una sua fan sfegatata. Lui, misericordioso, sorrise e non proferì verbo.
    Che bei momenti!!!

    RispondiElimina
  23. ehm ehm...tiziano ferro a trl. lo so, lo so.
    poi coldplay. ed è stato l'apice :)

    RispondiElimina
  24. Che gran figo Samuele Bersani. Tra parentesi, ho letto da qualche parte, forse su un'intervista a Vanity Fair o su qualche altro giornale, che sta da dieci anni con la sua donna e "la ama ancora come il primo giorno". Deduco che sia etero, ma non credo che abbiamo molte possibilità di farcelo, né tu né io. Ah, vita grama :(

    Anche a me Spaccacuore piaceva tantissimo. Quand'è uscita avrò avuto tipo tredici anni ed ero molto melodrammatica (beh, a dire il vero lo sono anche adesso). E mi piaceva un sacco anche la canzone che ha fatto dopo, Giudizi Universali.

    RispondiElimina
  25. Ah, solo adesso ho visto/capito/connesso il titolo del post, anche a te piace Giudizi Universali :) Sono un po' a scoppio ritardato.

    In America lo sai che i coccodrilli vengono fuori dalla doccia, doccia, e che le informazioni meteo sono prese pari pari dalla Bibbia, Bibbia...

    RispondiElimina
  26. eh eh... a quel cconcerto c'ero anch'io... anche se il mio primo concerto, con un po' di vergogna, ammetto che è stato quello di Biagio antonacci, sempre alla festa dell'unità...ma non avevo ancora una cultura musicale...
    a me samuele bersani mi piacceva ma neanche troppo, una mia amica invece ci moriva dietro e al concerto è anche riuscita a conoscerlo...eh eh... sono passati tanti anni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eri al concerto di samuele bersani, o al bronson sabato scorso?

      Elimina
  27. al concerto di samuele bersani

    RispondiElimina
  28. Grande Samuele Bersani... dalle origini ai giorni nostri!
    A proposito di rockstar!

    RispondiElimina
  29. Pensa a me,,, ero ai cancelli,,, ma mi dovetti far raccontare tutto perché io ai concerti non ci potevo andare,,, perché io rincasavo alle 9,,, e il primo concerto l'ho visto tipo a 18 anni,,, e pur di andare ad uno,,, ho visto i lunapop,,, parliamone!!!! ;-)

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.