Passa ai contenuti principali

BONUS DA DEDURRE PER OGNI EVASORE CATTURATO (col retino, però)!

Per l'italiano medio l'evasore fiscale ha la stessa funzione del signor Malaussene: un capro patentato. E' sempre colpa sua.
Funziona più o meno così (una volta volevo farci una vignetta ma non sono capace di disegnare. E' passato un annetto e, Monti o non Monti, la soluzione non cambia):
-cittadino dipendente settore privato/pensionato (detto anche Soliti Noti): Perchè dovrei fare sacrifici, fateli fare ai pubblici!
-cittadino dipendente pubblico: Perchè dovrei fare sacrifici, fateli fare alla chiesa!
-Chiesa: Perchè dovremmo pagare l'ici, fatela pagare ai mafiosi!
- Risposta del mafioso non pervenuta
-Parlamentari: perché dovremmo dimezzarci, facciamo pagare le tasse agli evasori! (Poi favoriamo anche l'economia rendendo più flessibile il lavoro)

(Se vi sembra che in questa catena ci sia un gap, bè, vi sbagliate)

Insomma, l'evasore parrebbe avere sembianze inumane e mitologiche: metà capro, metà orco, e metà uomo. Pensate un po': c'ha tre metà!

Volevo svelarvi un segreto: ad occhio e croce, l'evasore ha...shhh...non leggete ad alta voce....l'evasore ha un aspetto umano!!!
Può essere donna, uomo, muratore, manager, ristoratore, esercente, persino una vecchina. E sapete cosa? Ha dei complici. Un intero sistema di complici. Sì, ma non ditelo a nessuno. E shhh, continuate a leggere sottovoce, non fatevi scoprire dalla collega di scrivania, questa è una cosa tra noi, una cosa esoterica. I complici dell'evasore hanno sembianze umane e si celano persino dietro a dipendenti e pensionati. Quelli che in busta hanno il lordo di duemilacinquecento euro e il netto di nemmeno millecinquecento, a seconda del numero di figli. Quelli che pagano la scuola privata della figlia dell'idraulico, mentre l'idraulico va a fare le vacanze esotiche e dichiara mille euro al mese.
Questi geni si fanno fare il lavoro dall'idraulico e, avidi, specificano che non vogliono la fattura. Sperano in uno sconto che non ci sarà, perché l'evasore è talmente sgamato che ti fa lo stesso prezzo. Lui pensa che Iva è la Zanicchi, col cazzo che se non ti fa la fattura ti fa lo sconto del 21%.

Per fortuna in questo strano paese c'è qualcuno che ancora si erge a difendere i valori di solidarietà sociale: c'è gente che va al ristorante e pretende la fattura!
(In genere sono i liberi professionisti, che deducono anche il ristorante, alla voce "spese di rappresentanza", così pagano meno tasse)

Le tasse sono una roba brutta: facciamole pagare a quei bruttoni di evasori! Anzi, propongo una sorta di guardia padana contro l'evasore: per ogni evasore portato all'agenzia delle entrate, 500 euro dedotte dal reddito lordo. Se vedete uno metà capro, metà orco e metà uomo, non indugiate: catturatelo! Sennò finisce che tocca a voi pagare istruzione, sanità e stipendi ai parlamentari.

Commenti

  1. Mi piace perché questo è il terzo blog che leggo che fa un post sull'evasione, e mi piace perché per ora ho sempre letto cose interessanti che non si sentono dire spesso.

    Per quanto mi riguarda, mi sono preso come buon proposito del 2012 (e 2013, e 2014, ...) di chiedere sempre la ricevuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry, continuo a non vedere il riquadro dei commenti e devo cliccare su rispondi.

      A Taiwan ogni scontrino è un biglietto per la lotteria, quindi tutti vogliono lo scontrino.
      fonte:
      http://www.articolotre.com/2012/01/evasione-conserva-lo-scontrino-vinci-alla-lotteria/56285

      Per idraulici, elettricisti et similia, se anche i privati cittadini potessero dedurre anche solo il 30% dall'imponibile lordo, il problema si risolverebbe da sé.

      Elimina
    2. (suppongo sia il tuo browser)

      Eh, quella della lotteria la sapevo! :)
      Concordo sulla possibilità di dedurre tutto, anche per i poveri coglionazzi che fanno i dipendenti!

      Elimina
  2. Ma chissà.. forse anche questa caccia insensata al capro espiatorio potrebbe aiutare a cambiare la mentalità della gente.
    Qualcuno potrebbe farsi delle domande e cominciare a pagare tutto quello che deve.
    Mi piacerebbe anche solo che la gente cominciasse a vergognarsi di evadere. che cominciasse a non dirlo ad alta voce.
    Mi piacerebbe che il medico specialista dopo una visita medica, quando gli chiedo ESPLICITAMENTE la ricevuta, non mi risponda "ah certo , se le serve la ricevuta, gliela faccio.".
    ecco come fa a pensare sia normale dire "se le serve la ricevuta" ??
    io ci posso solo fare i coriandoli con la ricevuta, ma lui cazzo...

    mah.

    RispondiElimina
  3. Hai ragione. Io c'ho litigato a casa con i parenti che prima erano paladini contro l'evasione, poi si sono fatti fare metà impianto elettrico in nero (ma solo metà, perchè sono contro l'evasione, e comunque metà non è proprio evasione e poi è comunque denaro in meno che va a Berlusconi, ah non c'è più, beh, che paghi la chiesa..e via così)

    RispondiElimina
  4. Che casino. Io sono dipendente e pago fino all'ultimo spicciolo. Credo che alcune categorie siano esageratamente tassate e non riescano ad andare avanti se non evadendo qualcosa. O almeno sento persone di cui mi fido dire questo. Sarà vero? E nel caso fosse vero come si risolve la situazione? Mi piacerebbe sentirmi rispondere da qualcuno che se ne intende davvero, ma parla come mangia e lo capisco anche io che non ho cognizioni economiche serie. Per ora non mi è mai capitato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda cristina, non so chi te l'ha detto, ma l'irpef non è che il medico la paga più alta dell'operaio: l'irpef va in base al reddito. Certo, chi ha il reddito alto è tassato più di chi ha il reddito basso, e quindi il medico è più tassato dell'operaio. Altra cosa sono i contributi pensionistici: c'è chi li ha più alti perché fa capo a un'altra cassa. Però poi anche il loro calcolo della pensione è diverso dal mio: io prenderò uno sputo, mentre alcuni professionisti hanno ancora il sistema retributivo. Insomma, tutto è proporzionato, e gli unici che in questo sistema che ci rimettono, non sono "certe categorie", ma coloro che non riescono a evadere in alcun modo (appunto dipendenti e pensionati).

      Elimina
  5. Io credo che questo eccesso di libero arbitrio debba sparire.
    Non è che si possa scegliere SE pagare le tasse o no, e in che misura.

    Dobbiamo pagarle TUTTI e TUTTE per intero.
    E se non ne siamo capaci...malissimo...ma bisognerà che qualcuno provveda a punire...(possibilmente dopo aver pagato esso stesso)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava, il nostro fisco è appunto basato sul "libero arbitrio", anche se detta così fa ridere :)

      Elimina
  6. Ciao Vale, come al solito hai centrato con ironia una verità. Gli evasori non sono strane bestie, le conosciamo tutti. Non hanno la lettera scarlatta, non hanno quattro artigli. Sono l'italiano medio. Solo che fra gli italiani alcuni non possono scappare, e altri si, e ne approfittano.

    E non è nemmeno un discorso relativo agli italiani, no: le tasse non le pagano anche in germania, se possono. E il punto è proprio li: nel se possono.

    In Italia, oltre al senso civico non pervenuto (altrove le denunce dei redditi sono pubbliche - come da legge lo sono anche in Italia, ma con robusti distinguo da azzeccagarbugli - e se un cittadino vede uno stile di vita del vicino non corrispondente allo stile di vita, lo segnala, perché lede anche i suoi diritti), la legislazione fiscale è fatta in modo da favorire, e non ostacolare, i comportamenti evasivi.

    Gli artigiani non fanno fattura, ti scontano l'IVA, ma non pagano il 42% di IRPEF. Mica pizza e fichi... E chi compra dall'artigiano è soddisfatto del risparmio - forse - del 21%. Basterebbe poter dedurre il 30%, e improvvisamente il cliente sarebbe spinto a chiedere la fattura.

    Si parla di 100 miliardi all'anno di redditi evasi. Se anche la metà uscisse allo scoperto, ci potrebbero essere 20 miliardi all'anno di tasse pagate. Ovvero si potrebbero ridurre di 20 miliardi le tasse generali (non è esattamente così, ma all'ingrosso ci sta).

    RispondiElimina
  7. E niente, hai perfettamente ragione. Secondo me, oltre al già citato senso civico non pervenuto, manchiamo tutti di lungimiranza: stiamo lì a guardare i 10, 100 euro in meno che ci togliamo di tasca senza renderci conto che così facendo contribuiamo non solo a perpetrare un sistema schifoso ma che ci scaviamo la fossa con le nostre stesse mani.

    RispondiElimina
  8. Le tasse vanno assolutamente pagate, però andrebbero anche spese bene!! Via agli sprechi, dimezzare il numero e gli stipendi dei parlamentari e non è demagogia. Ho appreso oggi, ad esempio, che il presidente di Equitalia riceve 475.000 euro all'anno di stipendio, circa 1500 euro al giorno. E so che non è l'unico a percpepire una somma del genere. Ecco in un momento di austerità in cui gente il cui guadagno minimo è di 10.000 euro al mese, e con aria contrita chiede sacrifici agli operai, sarebbe un buon esempio, quello di ridursi la paga e mettersi al livello della gente comune.
    Ecco, gente così, divaricherà sempre di più le distanze.

    RispondiElimina
  9. se lasciassero dedurre dalla dichiarazione dei redditi anche solo il 25% tutti i lavoratori dipendenti (e siamo la maggior parte) pretenderebbero la fattura/scontrino per qualsiasi prestazione, perchè questa cosa semplice semplice non si fa?

    RispondiElimina
  10. Guarda che se paghi in nero, non basta lo sconto dell'iva.. perchè sulla cifra ci sono un tot di tasse che non si vanno a pagare... pertanto lo sconto, per essere "reale" dovrebbe essere molto più alto della quota Iva.

    Ad ogni modo.. scontrini e fatture for ever. Io pago le tasse, pertanto le paghino anche gli altri. Ed il bar/negozio/bottega/... che non mi fa scontrino neanche su richiesta o storce il naso o ridacchia sotto i baffi, beh.. perde una cliente. punto e stop.

    Fortunatamente mi è capitato solo allo stabilimento balneare in cui mia madre ha ombrellone. Ed io passeggio per i miei caffè fino al bagno che sta a fianco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il ragionamento è questo: tu mi devi 100 euro, se io faccio nero tu ti risparmi l'iva di 21 euro e quindi mi paghi 79 euro. Non ti dicono ovviamente che tu ne hai risparmiati 21, loro ne hanno risparmiati 40: ti fanno credere che è per il tuo bene.
      A me una volta hanno fatto un lavoro a casa, e la "fattura" era un foglietto di carta con scritto tipo: 80 euro+ 20 (iva)= 100. Cioè, se io non mi fossi incazzata ci avrebbero guadagnato 20 euro di iva che non avrebbero versato, perché quella non era una vera fattura+ 40 euro di tasse non pagate. Avrebbero RUBATO 60 euro, come se io vado in un negozio figo e rubo una t-shirt, uscendo tranquilla dalla porta con la t-shirt in mano.

      Elimina
    2. Ciao, passavo di qui per caso...
      Giusto un appunto sulla prima parte del tuo commento :"tu mi devi 100 euro, se io faccio nero tu ti risparmi l'iva di 21 euro e quindi mi paghi 79 euro.", il calcolo è inesatto, se 100 euro è il totale di ciò che si dovrebbe pagare in fattura, l'Iva non è di 21€ ma di 17,36 €. Quindi se uno dovesse pagare in nero al netto dell'Iva dovrebbe pagare 82,64€. L'errore è che non si deve calcolare il 21% sui 100€ (visto che sono già comprensivi di Iva) ma si deve SCORPORARE dai 100€.
      Basta una semplice equazione (...si chiamano così no? - potrei sbagliare il termine):
      100€ : 121 = X : 21
      Quindi (100*21)/ 121
      E si trova il valore dell'iva su un totale di 100€.

      Scusa se mi sono permessa, non volevo fare la saputella, solo che vedo spesso questo errore e magari fa comodo sapere qual'è il calcolo esatto...

      Elimina
    3. grazie per il calcolo esatto, io con la matematica sono un cane e lo scorporo lo faccio con un calcolatore su internet, in questo caso non ci ho pensato ;)

      Elimina
  11. eh già l'evasore è decisamente umano e vive tra noi, magari è proprio vicino a noi in questo momento (oops ora sono solo.. vabbeh!)
    Hai perfettamente ragione, anche noi dobbiamo fare il nostro dovere e chiedere scontrino fattura e tutto il resto sempre... c'è un però piccolo ma c'è da anni ormai danno stipendi da fame, oppure non ne danno nemmeno ai vari dipendenti, ridotti magari a sperare in 100 o 200 euro di sconto dai vari medici, dentisti, idraulici del caso, quindi spinti da risparmio di qualcosa si contribuisce all'evasione facendo del male al paese e a sè stessi chiaro. Proprio per questo motivo ci vorrebbe una politica degli stipendi che non è mai stata presa in considerazione in questo paese (per non parlare del dopo euro). Solo così si potrà abbassare la quota di chi evade perchè saremo sempre più noi a fare da primi controllori.
    Poi ci sono i grandi evasori ma sono un'altra cosa, per quelli ci sono i poteri forti in protezione, tutelati sempre... basta sentire l'intervento di Travaglio di ieri sera "per i grandi evasori si parla di pace col fisco" a noi invece ci pignorano tutto, oppure non ce li fanno trovare in busta paga.
    Chiediamo scontrino siempre!!!
    un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I grandi evasori mi sa che ce li teniamo come piaga sociale, tipo mafia.

      Elimina
  12. Articolo interessante:

    http://www.lavoce.info/articoli/pagina2453.html

    RispondiElimina
  13. Giusto ieri ho scoperto questo sito, tassa.li, dove si possono segnalare gli esercizi che non emettono lo scontrino. IlMioAmore ha compiuto gli anni lunedì, e ha speso circa 40€ in pasticceria per brioches per i colleghi e torta di compleanno, tutto venduto senza lo straccio di uno scontrino. Spero che qualcosa stia cambiando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e come mai non ha chiesto al pasticcere lo scontrino? non capisco davvero la vergogna di chiedere una cosa sacrosanta...

      Elimina
  14. Io non riesco a rispondere quindi dico qui, ripeto che non conosco leggi o menate economiche, ma vivo in un piccolo paesino e vedo chiudere piccoli artigiani (falegnami, fabbri, giardinieri, che non sono artigiani, ehm) che vivevano dignitosamente, barcamenandosi un po' come tutti per arrivare a fine mese, ma sempre di più, stritolati, a loro dire, (ma ripeto sono persone di cui mi fido, conosco il loro lavoro e il loro stile di vita) dalle tasse e ora anche dalla crisi non ce la fanno più.

    RispondiElimina
  15. La scorsa settimana ho pagato un idraulico ecuadoregno e la fattura non me l'ha fatta perché anche volendo non avrebbe potuto farmela: è un irregolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lì il discorso è ovviamente più ampio...

      Elimina
  16. Non so cosa sta succedendo oggi in Italia ma è già il secondo post sull'argomento che leggo. Mi sembra un buon segno.

    p.s. Ho un amico ginecologo che chiede: con fattura o senza? Tutte rispondono senza. E lui: allora sono 110.
    Mi ha confessato che sarebbero 110 comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella cosa lassopra del prezzo uguale con o senza fattura, l'ho detta con cognizione di causa...:)

      Elimina
  17. Libera professionista, in 12 anni Di lavoro non ho Mai fatto una lira ( Ora euro) Di Nero. E' Vero, le tasse Ti stritolano, in pratica Pago quasi il 58 xcento Fra tasse, ente Di previdenza Di categoria, assicurazione professionale obbligatoria etc, ma ho sempre pensato Che e' inutile lamentarsi Di cio'Che non va Se non fai la tua parte. In pratica lavoro tanto, guadagno tanto ma mi resta poi in tasca poco. E colleghi che invece non rilasciano una fattura poi riescono, avendone I mezzi, ad avere piu tempo Sto arrivando! Dedicare a visibilita etc.
    Cri

    RispondiElimina
  18. Mio padre fa il finanziere quindi mi ha fin da piccola fatto una testa così con gli scontrini, mi racconmando fattelo dare sempre, insisiti... quando andavo dalla nonna (avrò avuto 7-8 anni)che mi mandava nel negozio sotto casa a comprare il pane la signora lo scontrino non me lo faceva mai... io lo pretendevo sempre risultato... negoziante e altri clienti mi guardavano come fossi un'aliena... è da li che ho cominciato a chiedermi se effettivamente sono io l'anormale e non gli altri... :|

    RispondiElimina
  19. La battuta sulle tre metà mi ha fatto sorridere in modo così piacevole che ti perdono quella su Iva Zanicchy. :)

    RispondiElimina
  20. La cosa che mi stupisce sempre, quando leggo dell'evasione fiscale è come siano stati bravi i politici italiani a convincere la gente che il vero problema sono gli evasori fiscali.
    Se tutti pagassero le tasse.... il governo si limiterebbe a spendere di più.
    Quello che ci vuole è meno stato e meno tasse. Rubano troppo, ma VERAMENTE troppo. Governo e banche hanno completamente prosciugato il paese e agitano il capro espiatorio dell'evasione fiscale per dare un bersaglio alla gente.
    Noi avevamo una piccola azienda e fatturavamo tutto, ma proprio tutto. Certo, ci toccava pagare le tasse anticipate sul "presunto" guadagno che avremmo avuto durante l'anno. E poi è arrivato l'anno in cui, con la crisi, metà (50%) dei nostri clienti ha chiuso. Ma noi abbiamo dovuto pagare le tasse, anticipate, sulla "presunzione di guadagno". Ci siamo guardati negli occhi, mio marito ed io. Abbiamo chiuso l'azienda e ce ne siamo andati dall'Italia. Stiamo ancora aspettando il rimborso che ci era dovuto...

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.