Passa ai contenuti principali

TEMO FORTEMENTE DI DIVENTARE COME QUEI TALI CHE VANNO AD AMSTERDAM A FARSI COMPATIRE E POI MANDANO LA CARTOLINA AL BAR DI RIFERIMENTO

 Dice che in Sicilia non piove mai. Tipo un giorno all'anno. Tipo ieri.

In questo momento il mio desiderio più recondito è fare un post agghiacciante sul mio week end siciliano, postando foto fatte con il cellulare e relativi commenti turistici, e magari anche appendere un pupo siciliano (ahah, che avete capito?) in salotto..
Ma due fattori ostano: 1) Dio c'è e io ne ho le prove!; 2) Vi voglio troppo bene per tediarvi.
Però due paroline vi prego vi prego. E due fotine schifoselle, daidai.

C'è che se rinasco, voglio rinascere a Catania.
Sì vabbè, per limonare con Carmen Consoli, questo è scontato. Che poi, che delusione, non l'ho mica incontrata. Tipo che l'altro giorno ho letto su Vanity che la beniamina del popolo Laura Pausini era ferma da due anni a casa dei suoi, Castelbolognese (villaggio vicino al mio popolato da gente strana), e io non l'ho mica mai incontrata, in due anni, in una città grande uno sputo. Figurati se mi incontravo Carmen.
Comunque.
Respirare sotto il suo stesso cielo già mi caricava. E ho avuto in mente per tutto il tempo il ritornello di quella canzone che fa: Chi ci aviti di taliari, 'un aviti autru a cui pinsari almeno un pocu di chiffari.
L'avrete sicuramente in mente.
Tranquilli, sono nell'ultimo stadio dell'adolescenza, poi mi passa (secondo me sono arrivata al punto in cui se gugolate il nome della mia beniamina appare il mio sito) (ci ho appena provato e Volevo fare la Rockstar non appare. In compenso scopro ora che Carmen pare non disprezzi le donne).
No, volevo dirvi che ho visto un cavallo con il carretto per strada. Credevo di stare sognando. E invece. Solo uno, però. Pare non vadano più in giro a cavallo, da quelle parti. Poi ho visto la via bella, con i negozi e tutto, e le chiese con le cancellate davanti (perché, mi dicono, erano un bersaglio sicuro per le rapine) e ho mangiato un cannolo in un bar con un super lampadario, e appena dietro c'era il mercato, le case scrostate, le schifezze per terra, le antenne paraboliche e i panni stesi, che sono in assoluto il mio soggetto fotografico prediletto.





Poi ho visto una bambina di circa dieci anni andare in Ciao in mezzo al mercato con l'amichetta dietro, cosa abbastanza folkloristica. E c'era anche il banchetto dei cd tarocchi: veramente vintage. Soprattutto il Video Hard di Belen Rodriguez che campeggia lì in prima fila.


Poi ho fatto colazione in un bar dove c'erano veramente tutti vecchietti con la coppola in testa. Ho mangiato le linguine al pesto di pistacchio, che erano orgasmiche. E ho le prove che il mio noto modo di dire: "vestito come un bambino siciliano a un matrimonio", ha in effetti un fondamento.

Una volta vorrei andare a Napoli a vedere se fanno davvero le sceneggiate napoletane.
E scoprire se è vero che tutti gli emiliani sono di sinistra. Oops, penso proprio di sì.
Poi volevo dirvi che stamattina, sul volo di ritorno ero un filino stanchina, tipo che sono svenuta da seduta e mi sono risvegliata con due hostess sopra e un tale che millantava di essere medico. Che solo a me, ste cose eh.

E infine, sappiate che la terra è meravigliosamente cava.
Meravigliosamente.
Cava.

Commenti

  1. La pioggia fa bene ai campi. Certo però che anche te... te le porti dietro. Belle queste foto tra il crepuscolare ed il decandentista

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono le foto e le atmosfere che comunicano, immagino la bimba in ciao... hai fatto scorta di dvd di Belen per avviare una rivendita selvaggia e ricaricata in terra natia???

    RispondiElimina
  3. cava?

    per tutto il resto chettedevodì: Catania è bellissima e se fossi lesbica un po' di limone alla Carmen lo darei pure io.

    RispondiElimina
  4. Il mio (prossimo) suocero è di Catania: ma quanto mi ci devo far portare???
    P.S. va benissimo Carmen, ma... in un post come questo non mi citi Battiato?

    RispondiElimina
  5. Dopo aver letto "pistacchio" il mio cervello ha tirato in superficie la parte antica e sto sbavando.

    RispondiElimina
  6. A la notti di natali
    Ca nasciu lu bambineddu...

    Ho abitato quattro anni a Palermo, l'ho amata con tutti i suoi eccessi (quei vestitini vanno benissimo anche per un battesimo, non necessariamente il proprio) e mi manca.
    Bella anche Catania. Hai salutato l'elefantino?

    RispondiElimina
  7. Mh, si, ho molto presente, ma non li compatisco, li metto sotto con la bici per metter fine alle umane sofferenze di chi ci inciampa. Il bar di riferimento invece no, non ho presente.

    RispondiElimina
  8. ma Carmen Consoli con una donna...potrebbe ma mi dispiace per te credo sia etero....

    RispondiElimina
  9. Volevo dirti che noi romani gesticoliamo molto, siamo amanti del fancazzismo puro, elargiamo 'malimortaccituaeddechitteconosce' con scioltezza e non so se esiste l'espressione 'vestirsi come un coatto che fa lo struscio a via del Corso la domenica pomeriggio', ma stringandola un attimino ('come il coatto festivo'?) potrei donartela e magari mostrartela di persona, la prossima volta che sei a Roma.

    RispondiElimina
  10. questa notizia di Carmen è potente! io mi metto in coda! (sperando di essere citata in una canzone)

    RispondiElimina
  11. Bedda, la Sicilia! Sì, ok, non ci sono ancora mai stato (in quanti posti non sono mai stato?!? :O), ma mi attira come terra, indibbiamente.

    Che alla Cantantessa non dispiaceressero anche le femminucce, l'ho sempre pensato, non so perché. A me lei piace abbastanza, e non solo musicalmente. :)

    A Napoli le sceneggiate si fanno sempre (la sceneggiata è scritta proprio nel nostro DNA; siamo tutti un po' melodrammatici, noi napoletani, meravigliosamente melodrammatici... :D); in teatro, un po' meno (meno sicuramente rispetto ai tempi d'oro di Mario Merola).

    Un giorno, quando vorrai, te faccio una sceneggiata live tutta per te, oltre che accompagnarti a vederne una in teatro, ovviamente. ;)

    RispondiElimina
  12. ehmm...il bar dovrebbe essere l'Etoile per cui quel decadimento che hai visto appartiene alla zona portuale, zona catanese ma, ahimé, periferica. per il resto le nostre case "vestono" Tito d'Emilio (forse lo hai visto), o, già anni prima che venisse qui, i mobili ikea. se la parabola non può essere installata in modo discreto, in genere rinunciamo. a parte il buon gusto, comunque alcune leggi sono nazionali.
    il 90% di chi lo ha fatto, poi, avrà visto il video su internet. conosciamo i torrent o Megavideo o quello che è.
    e sì, in ordine di grandezza, dalle smart ai suv, passando per moto, due-posti e berline, in effetti il mezzo di trasporto a raglio l'abbiamo già da un po' abbandonato. io ne ho visto uno ad una sagra di costume di un paese dell'entroterra. sei stata fortunata: io a Catania mai.
    e no, marò, mia figlia veste il più modesto Prenatal. il buono o cattivo gusto non è un fatto locale: esiste ovunque.
    e comunque quei vestiti sono solo per cerimonie esclusive. per l'asilo (sì, anche noi abbiamo gli asili) jeans e leggings Original Marines vanno benissimo.

    mi dispiace, ho dovuto ribadire ad onor di verità perché le visioni stereotipate nuocciono parecchio.
    ma tanto so che non te la prenderai a noia perché essendo tu milanese si sa che sei fredda e senza sentimenti ;)

    RispondiElimina
  13. essendo andata diverse volte a napoli.... mi gongolo di aver visto sceneggiate napoletane e una persona dal settimo piano passare un pacchettino al parente per strada attraverso un cesto tirato giù dalla finestra per mezzo di una corda....il folklore di napoli non ha rivali.... adoro quella gente

    RispondiElimina
  14. Uuuuhhh, te l' avevo detto che la Sicilia ti sarebbe piaciuta!!!!!
    E poi, sí, a Napoli fanno tutti la sceneggiata in strada, tra i vicoli con i panni stesi sopra. E tu che sei emiliana sei una fottuta comunista. Una gran bella fottuta comunista :D o no? (vorrai mica avere la nomea di capitalista come qualcuno che conosciamo, eh?)

    Bacio, paola

    RispondiElimina
  15. La terra è meravigliosamente cava e ti tiene in grembo. Tiene in grembo anche me. Ogni tanto dovremmo ringraziarla.

    RispondiElimina
  16. Cara Veronica, a me intonaci rotti e parabole piacciono molto e infatti vivo in un posto abbastanza decadente. Mi spiace che tu ti vergogni così tanto di una parabolica da voler collocare al porto una foto fatta in pieno centro. A me il decadente e il folklore piacciono da matti. E sono anche una fottuta comunista mangiatortellini.

    RispondiElimina
  17. poi però ci vorrebbe un post anche su quelli che vanno a fare i camerieri a Londra!

    comunque ti adoro.

    B.

    RispondiElimina
  18. Sì.
    A Napoli fanno le sceneggiate.
    E sì.
    Gli emiliani mi sa che sono quasi tutto di sinistra.
    Ma mi sa che anche i romagnoli non scherzano!

    RispondiElimina
  19. Ahem. Qui però urge un inciso. Come stanno le bimbe e la gatta?

    RispondiElimina
  20. "Una volta vorrei andare a Napoli a vedere se fanno davvero le sceneggiate napoletane."

    Si, le fanno. E le faccio anche io a Bologna, quando mi incazzo perchè incontro emiliani non di sinistra... Se vuoi, in cambio di tenerti le bimbe (la gatta no sono allergica) mezza giornata, ti faccio "la sceneggiata" per eccellenza. E anche un giro per Napoli, le bimbe le tiene mia madre, è nonna di 4 nipoti (tra 1 e 3 anni). Un abbraccio forte forte. E fai qualcosa per gli svenimenti. :D

    RispondiElimina
  21. ciao polly, io a catania ci sono nata, anche se poi ho vissuto in un altra città sicula e posso confermare con orgoglio tutte le cose da te descritte! la decadenza dei centri storici (via etnea sbrilluccicante, giri l'angolo e sei a san cristoforo (dove da piccola mi raccontavano che se entravi con gli orecchini ti tagliavano i lobi!)le parabole selvagge (ma secondo te si rinuncia a sky per un pò di facciata pulita???) i bambini che vanno in motorino (rigorosamente senza casco) dalla tenera età di 6 anni e i bambini da matrimonio (uauauau sto ancora ridendo!). puoi traslare tutto di 200 km e hai palermo! meraviglioso resoconto che mi ha fatto respirare un pò d'aria di una città che amo e che mi manca tantissimo adesso che sono in mezzo alla nebbia padana!

    RispondiElimina
  22. a catania ci ha tamponato un cavallo (con carretto). giuro. poi il papà siciliano del nostro amico ci ha detto che sono quelli delle gare clandestine. folklore!
    http://porcellinogiramondo.blogspot.com/2011/09/dont-worry-futtitinni.html

    RispondiElimina
  23. Waaa, com'è bella la foto della bambola e i suoi vestitini, c'è anche il completo del marito della bambola..heheh..sisi, un vero sogno..figurati che amavo le barbies, e quando ho conosciuto a suo marito..beh.. pensavo di sposarle a tutte, solo che mia mamma non aveva dei soldi per tanti matrimoni..hahahhahaha..comunque, belle foto vale!! oggi ti ho salutata alla entrata del asilo, mi hai salutata ovvio pensando.."ma questa che mi saluta cosi come se mi conoscese chi è??"..hahahaha, beh..sono io, la tiffany la cosidetta noelia...heheh..saluti!!!!

    RispondiElimina
  24. aspetta...ho visto per bene...sono vestiti da battesimo?? ed io che pensavo in bamboleee..hahahahahahhahahah, ma che sfigataaaaaa..hahahahahahahha..colpa del bambolino di fianco..guarda il viaggio mentale che ho fatto, che sono arrivata fino alle mie barbies..waaa...non badate, lasciamo stare..hahahhahaha

    RispondiElimina
  25. Polly cara,mi hai fatto venire in mente quanto mi mancano i miei parenti!
    Serena

    RispondiElimina
  26. @noelia: lo so chi sei dear! :) magari a volte sembro fredda, ma è solo un'impressione :)

    @elena: ahahaha!!!!

    @andràtuttobene: grazie, per un attimo ho avuto il sospetto di essermi sognata tutto...ma chi mi conosce sa che non sto sfottendo, perché il mio bersaglio di scherno sono più che altro quei grezzoni dei miei compaesani (e me stessa, ovviamente) XD

    @estrella e eleanor: sai qual è il nostro problema di emiliani romagnoli? siamo TUTTI di sinistra nelle urne. Ma tante persone ragionano come leghisti e pidiellini, poi vanno a votare il pd perché hanno bisogno di favori, hanno qualche aggancio eccetera eccetera.

    @nespola: tutte vive! :)

    @al: :) :*

    @paola: epperforza che è capitalista, è un imprenditore del nord! chettipensavi! :)))

    @bussola: DEVO andarci!

    @vince: per iscritto sembri abbastanza pacato per essere un Napulè (soprannome dato al liceo ai napoletani)

    @wonder: eeeeehhh, lo sapevo che voi romani siete tutti cafoni!

    @cirano: se è etero non mi dispiace, sono etero anch'io.

    @adriana: battiato a me sembra un po' na palla, però fai finta che non l'ho detto.

    @nav: ennò, al nord esiste internet e tutti l'hanno già visto, il video hard...l'ho visto anch'io, c'era il link su twitter :)

    RispondiElimina
  27. no scusate, quindi, riepilogando..se vengo dalle tue parti vi becco allora tutti vestiti di rosso a mangiare tortellini e..scusa, non mi vengono in mente altri stereotipi, sai, siamo nel 2011.
    m.

    RispondiElimina
  28. Hai anche il medico privato in volo! Cosa vuoi di piu' dalla vita!!haha!!

    RispondiElimina
  29. Valeeeeeeeee!!!!! Sei stata a Cataniaaaaaaa!!!!
    Io sono di Catania e abito qui, ti scrivo da qui e rimpiango maledettamente il non averti incontrata!
    Credo proprio che il bar sia L'Etoile e la tavola calda e' spettacolare li', oltre che il lampadario.
    Quei vestitini probabilmente li avrai visti in qualche negozio di Via Manzoni e decisamente non rientrano nei miei gusti.
    Il ciao al mercato e' proprio fantastico!!! Non puoi vederne molti in giro cosi come i carretti con il cavallo, in genere si tratta di gente proveniente da quartieri degradati...ma non c'e' assolutamente offesa in questo, io adoro Catania, parte bella e parte vintage. Credo che Veronica abbia solo voluto precisare che c'e' gente di tutti i tipi anche qui e non siamo fuori dal mondo.
    Mannaggia che ci siamo incontrate, mi sarebbe davvero piaciuto.
    Baciamo le mani a vossignoria!!!

    RispondiElimina
  30. @amammuzza: i vestitini di quel tipo, per la cronaca, si trovano anche a Faenza. Non c'era offesa in questo. Giocavo ironicamente con gli stereotipi. Come quando dico che i maschi sono tutti dei maiali e noi romagnoli tutti dei burini. Ciao.

    RispondiElimina
  31. ti va di venire a sentire con quale naturalezza usiamo il clacson a Roma? ;-)))

    RispondiElimina
  32. Abbastanza pacato??!!
    Perché, come sono i Napulè in genere, cioè, tu come li vedi? :)

    Sono un tipo abbastanza tranquillo, in genere, vero, ma dipende dai casi... Posso diventare alquanto irrefrenabile a volte, credimi... eheh... ;) (leggasi: anche nelle mie vene scorre la napoletanità, la "passionalità" dei Napulé - mi piace il termine "Napulè"... :D).

    RispondiElimina
  33. io invece voglio cogliere il tuo lato ironico in questo post e non trovo offese in quello che dici o in quello che hai voluto esprimere...penso che il bello e il brutto si mescoli ovunque,da Nord a Sud,i carretti se ti trovavi in periferia e non solo nei quartieri degradati,ne vedevi anche di piu'ma non perche' non esistono utilitarie o suv ma perche' esistono ancora i vecchietti che escono con il loro carretto,l'immancabile coppola e il loro bel cavalluccio tutto agghindato e si divertono pure a farsi fotografare dai turisti in genere e quindi non solo quelli che fan le corse clandestine... i vestiti tipo Bambole di porcellana a volte sono creazioni di sartine e abili ricamatrici che vogliono riportare in luce questo mestiere ormai accantonato dal tessile industriale...pensa che in alcune famiglie si tramanda da generazioni in occasione del primo sacramento...Su Carmen non metto lingua...ma ci stanno altri talenti e comici siciliani che ti giuro girano indisturbati per le vie del centro godendosi la bella citta' Barocca perche' oltre al fan ci sta pure chi pensa che quello sia per loro solo un mestiere e che non sa che farsene di un autografo e pensa che quello passeggia e non e' giusto rompergli lescatole ed importunarlo..i Bar/pasticcerie al di fuori delle famose vie del Centro storico ne esistono anche di piu' belli che sfornano delizie e leccornie al pari o superiori di quello fotografato da te...
    Catania e' il mare,gli arancini l'Etna,il pistacchio e non solo...anche sorrisi e gente disposta a scendere in piazza e divertirsi con poco e sono certa che i tuoi occhi hanno colto questo e anche piu'...un caro saluto Rossella

    RispondiElimina
  34. oh che bel blog, mi piace, ci arrivo solo ora e mi sa che ci torno! bella la sicilia, i cannoli, la gente folk ^_^ e stai leggendo Le correzioni? uno dei miei preferiti

    RispondiElimina
  35. Sei stata a Cataniaaaaaaaa!!!!!
    Mannaggia...io sono di Catania e abito a Catania.
    Mi sarebbe piaciuto incontrarti, quando mi ricapita di conoscere la mitica!
    Il bar credo proprio sia "Etoile" e la roba da mangiare e' davvero eccezionale, oltre il lampadario.
    I vestitini da cerimonia li avrai sicuramente visti in Via Manzoni e diciamo che non e' proprio nel mio stile, io amo le cose semplici.
    Forse Veronica voleva solo precisare che a Catania non abbiamo tutti gli stessi gusti.
    Non credo ci sia offesa nell'apprezzare o no il vintage.
    Io apprezzo alcune cose, altre no, ma amo Catania con tutto cio' che la caratterizza.
    Uffy, la prossima volta che vieni giu' fai un manifesto cosi' ci vediamo!
    Baciuzzi.

    RispondiElimina
  36. @lafrancese: ma lo sai che io porto spesso i leggins e le ballerine e mi sento molto una studentessa francese sessantottina, tanto per cavalcare uno stereotipo. XD

    RispondiElimina
  37. La bambina sul Ciao. Che momento nostalgico, grazie.
    b&k

    RispondiElimina
  38. Maddaiii non c'era nulla di cui offendersi, da palermitana doc te ne potrei raccontare un altro centinaio di stereotipi. Tranquilla che sei sempre adorabile...

    RispondiElimina
  39. Ops...avevo creduto che il primo commento non era stato inviato e l'ho riscritto...
    Comunque lo so che non c'era offesa, infatti non mi sono offesa, anzi ho apprezzato l'ironia come e' tuo solito fare e come e' mio solito apprezzare.

    RispondiElimina
  40. Ehmmm
    Non è vero che tutti gli emiliani sono di sinistra... Alcuni si, altri no, e non solo alle urne, ma anche in pubblico...

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.