Passa ai contenuti principali

VALE VS SFIGA: 0 A 1

Secondo voi cosa vi può capitare quando avete appena trascorso una giornata lavorativa alquanto faticosa, a quasi cinque ore di macchina da casa; quando avete lottato tutto il giorno contro un paio di sfighette fastidiose; quando avete lasciato tutto il giorno il vostro pc acceso in una postazione gremita di persone, con lo screen saver che mandava vostre foto da adolescente psicolabile americano; quando, infine, siete giunti per miracolo a trenta km da casa con due caffé, il finestrino aperto, gli stuzzicadenti a tenere aperte le palpebre e la musica metallara di sottofondo che sembra una dolce nenia?
Si può anche rimanere a piedi in autostrada all'una di notte.
E cosa può capitare, quando un'anima buona vi è venuta a prelevare e vi trovate di fronte alla porta di casa, più morti che vivi, e inserite le chiavi nella toppa?
Può capitare che vostra madre abbia chiuso male la serratura blindata e da fuori la porta non si apra.
E cosa può capitare ancora, quando finalmente qualcuno vi apre dopo mezz'ora che suonavate e nel frammentre archiviavate con fermezza l'ipotesi di fare una doccia, in favore di un malfermo strisciamento orizzontale in direzione del letto?
Può capitare che troviate la casa in temperatura tropicale, visto che vostra madre ha impostato il termostato a 35 gradi (!).
Cosa, infine, può capitare quando finalmente avete appoggiato le vostre stanche membra sul materasso?
Può capitare che vostra madre, che ha assistito la prole in vostra assenza, non riesca più a dormire e che improvvisi un tour notturno della casa.

Io comunque devo cominciare a fidarmi della spia della riserva quando s'accende.
Se divento ricca mi compro un autista.

Commenti

  1. Confermo: anche se l'etimologia di automobile è che "si muove da sola", la benzina è meglio metterla... :-))))

    Ti mando un rigenerante abbraccio-massaggio, carissima. :)

    RispondiElimina
  2. Non c'entra niente ma...che fine ha fatto il blog della tua amica che avevi segnalato? (io spero solo che dio sia femmina...)
    Grazie mille, ciao!
    Laura

    RispondiElimina
  3. Sono più serena, non succede solo a me!!!
    Un abbraccio di solidarietà.

    RispondiElimina
  4. beh comprarlo è un po' eccessivo...nel fratempo compra un cornetto contro la sfiga!!! (non che a me abbia funzionato...)

    RispondiElimina
  5. Dai no, ti prego. sei rimasta senza benza???? ma daiiiiiiiiiii :D
    mi stupisci sempre!

    RispondiElimina
  6. Magari tua madre aveva pensato di farti rilassare invece che con una doccia, con una bella sauna!! haha!! Daaii coraggio si puo' solo che migliorare!!!

    RispondiElimina
  7. @calzino: vabbè, tipo che sono rimasta senza benzina quelle dieci dodici volte...

    RispondiElimina
  8. più che un autista dovresti comprarti un benzinaio

    RispondiElimina
  9. La tua sfia è qualcosa nei fronti della quale provo una grande empatia.

    Ma non potrà mai generare le imprecazioni e le bestemmie del lunedì mattina dopo una disfatta al Fantacalcio.

    Mai.

    RispondiElimina
  10. mmm... 0 a 1 mi sembra riduttivo ...a sto giro è 0 a dieci!!

    Come si dice? peggio di cosi non puo' andare?

    RispondiElimina
  11. Mi sembra la mia trasferta Campana di qualche mese fa. Occometicapisco!!!

    RispondiElimina
  12. La spia della benzina e' come la vicina di casa. Non ci fidiamo mai di quello che dice ma poi ce la mette nel kiul!!!

    RispondiElimina
  13. nonono, a me è capitato una volta con la mia mentre cercavo un benzinaio aperto (stava iniziando uno sciopero) e con quella di un amico che aveva la spia rotta. Da allora, guardo direttamente la lancetta. Poi la mamma va ricondotta al giusto ruolo...
    Roberta

    RispondiElimina
  14. Mettiamola così, sei a credito! Forse accumularle tutte in un giorno rende più felici i giorni successivi. Forse... forse. O forse no?

    RispondiElimina
  15. Non so se sono più scioccata dal fatto che non hai ancora insegnato alla tua macchina a camminare ad "aria" o che non hai spiegato al cronotermostato che se è impostabile a 35°, meglio comprarne uno più intelligente! Per tutto il resto estrema solidarietà...che tanto dopo un po' di tempo queste sono cose che si raccontano ridendo...come quella volta che (tanto per dirne una), incinta, sono rimasta chiusa nel cimitero...ahahaha...vedi ADESSO rido!

    RispondiElimina
  16. e io che ti ho stressato stamattina... scusa!

    RispondiElimina
  17. No, non ci credo!!! :O :P
    Sai cos'è?! Forse è vero il detto - ma quanto sono nazional-popolare, oggi?!? :D - che "i guai non vengono mai soli".

    Ho capito, va', c'ho io la soluzione: uno di questi, comprato nel centro storico e che ti deve essere rigorosamente regalato, sennò non funziona. :D

    RispondiElimina
  18. P.S.: Da notare che il mio è stato il commento numero 17! :P

    RispondiElimina
  19. Ecco, il link non va, sono il solito pasticcione :P; prova qui.

    RispondiElimina
  20. @velma: Guarda, io non me ne sono fatta mancare nessuna, neppure quella del cimitero...c'era il funerale di mia zia e ho fatto una passeggiata, chi lo sapeva che il cimitero il mercoledì chiude alle 12.30?

    RispondiElimina
  21. Brava brava! Possiamo andare a braccetto, allora!

    RispondiElimina
  22. scusa ma restare senza benzina non la considero una sfiga. piuttosto una "distrazione da sciocchine" :D
    per il resto totale solidarietà :))

    Alis

    RispondiElimina
  23. che giornatina, assoluta solidarietà da chi sfida sempre la spia della benzina,da oggi ci presterò più attenzione :-)

    RispondiElimina
  24. @alis: mi giustifico! Avevo il pieno di gpl, ma non so perché l'impianto mi ha lasciato a piedi, così ho dovuto attingere ai 5 euro di benzina, che sono terminati prima del distributore. A sto giro non è TUTTA colpa mia :)

    RispondiElimina
  25. Come dice qualcuno ci vorrebbe un cornetto. Lourdes no?

    RispondiElimina
  26. io arrivo senza sempre davanti al benzinaio... per ora

    RispondiElimina
  27. L'unica, a questo punto, è andare a farsi benedire, nel senso di farti aspergere d'acqua santa.
    Male non fa, e costa meno che chiamare un esorcita.

    RispondiElimina
  28. Io avrei sfogato tutta la mia rabbia su mia madre (ma io c'ho la deviazione)...
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  29. ...e a questo punto vogliamo sapere chi è l'anima buona che ti è venuta a prelevare all'una di notte!!!
    ;)
    B.

    RispondiElimina
  30. L'unica spia di cui ci si può fidare è quella.

    (ho riso, molto).

    RispondiElimina
  31. Beh la temperatura tropicale non mi dispiacerebbe, peccato per le bollette del gas.

    Baci e buon martedì!

    RispondiElimina
  32. @b.: brava, mi ero dimenticata di rendere grazie pubblicamente al donatore che mi è venuto a prendere, e in più mi ha portato l'auto dal meccanico, lasciandomi la sua! Donatore wins.

    RispondiElimina
  33. Oddio, ma allora la chiamo mia madre che mercoledì devo uscire a cena? Dici che è meglio evitare di fidarsi delle nonne?

    RispondiElimina
  34. Mi sono letta mezzo blog in una sera... fantastiche storie di vita vissuta...

    RispondiElimina
  35. @iva: ciao! :)

    @M di ms: sì, decisamente!

    @destinazioneestero: il fatto è che è stata più o meno una giornata nella norma :(

    RispondiElimina
  36. va bene, mi hai terrorizzata, io ignoro sempre la spia della riserva.

    Però mettiamola così: il cellulare non era scarico, e hai potuto chiamare i soccorsi!!!

    RispondiElimina
  37. @nav: veramente il cellulare era scarichissimo! Però ho avuto culo che avevo un cellulare di riserva, scarico anche quello, ma una chiamata me l'ha fatta. ;)

    RispondiElimina
  38. Mio marito vive nella speranza di potersi permettere, un giorno o l'altro un autista.
    Andiamo a vivere in India e decidiamo di fare il passo, il traffico è allucinante, guidano pure a sinistra...l'autista ci vuole.

    ...a momenti andando da Dehradun a Delhi ci ammazza almeno 4 volte. E si che a differenza di molti autisti questo aveva la patente vera!
    Alla fine non guardavamo cosa faceva perché ci siamo detti, se dobbiamo morire NON vogliamo guardare la morte in faccia, meglio dormire e morire nel sonno.

    Arrivati a Delhi lo abbiamo licenziato e da allora il Dario ha dovuto imparare a guidare nel caos indiano! Praticamente santo...

    RispondiElimina

Posta un commento

attenzione: i commenti ai post più vecchi di 14 gg vengono moderati! A causa del troppo spam ho disattivato le notifiche via email per i commenti in attesa...ma prima o poi li modero.